Saturday, 20 January 2018 - 13:11

Pitturina ski race, tutto pronto per la terza edizione del 23 gennaio, ma si pensa alla Coppa del Mondo

Gen 15th, 2011 | By | Category: Eventi, sport, tempo libero, Pausa Caffè

Si è svolta venerdì (14 gennaio) presso la sede della Comunità Montana Bellunese la presentazione della terza edizione della Pitturina ski race. La gara di scialpinismo, inserita nel calendario del circuito della Coppa delle Dolomiti, il 23 gennaio sarà posta sotto esame dai giudici Ismf per poter ospitare nei prossimi inverni una prova di Coppa del Mondo. Enrico De Bona, Assessore allo sport della Comunità Montana Bellunese e appassionato di sport invernali ha fatto gli onori di casa presentando le autorità presenti alla conferenza.  La Pitturina Ski Race è la terza manifestazione di scialpinismo inserita nel calendario della Federazione Sport Invernali della Provincia di Belluno. Roberto Bortoluzzi, presidente del Comitato Veneto, sostiene la manifestazione sin dalla prima edizione e crede nel progetto ambizioso di portare in Comelico una tappa di Coppa del Mondo. “Lo scialpinismo ultimamente è preso molto in considerazione dalla Federazione – ha esordito Bortoluzzi – non ha caso il nostro Comitato ha una squadra giovanile che sta avendo ottimi risultati. Come Federazione non possiamo essere che soddisfatti del impegno che questi “uomini di Montagna” si assumono per far conoscere il loro territorio che diversamente in altre situazioni sarebbe difficile da visitare. Inoltre in occasione della Pitturina sarà assegnato anche il Campionato Regionale, sperando che fra qualche anno di possa dare ai vincitori i punti della Coppa del Mondo”.
Al tavolo delle autorità la Regione Veneto era rappresentata dal consigliere Dario Bond. Bond è molto legato alla Val Comelico e alle manifestazioni sportive che da anni con il loro lavoro promuovono il territorio. “La Regione Veneto – ha detto Dario Bond – anche se in questo periodo sta vivendo una fase di ristrettezza economica parteciperà attivamente al sostegno delle spese sostenute dal Comitato Organizzatore con l’impegno di essere presenti anche i prossimi anni in vista di un probabile appuntamento di Coppa del Mondo. Le manifestazioni che hanno taratura internazionale devono avere una sorta di priorità, perché fanno da volano a tutta una serie di altre manifestazioni. La fotografia dei finanziamenti legati alle manifestazioni sportive è una fotografia che ha dei tagli, ma non sono dei tagli fortissimi come negli altri capitoli, quindi lo sport avrà un po’ di ossigeno”.
L’Assessore allo sport della Provincia di Belluno, Lorenza De Kunovich ha confermato il valore della manifestazione all’interno della Provincia ribadendo il fatto di come il territorio nel quale si disputa la Pitturina sia di incredibile bellezza. “Ho avuto l’onore di essere alla presentazione del video della gara – ha detto la De Kunovich – quelle immagini dovrebbero fare il giro del mondo, perché nessuno può immaginare la bellezza delle montagne dove si svolge la Pitturina. Le manifestazioni di un certo livello sono uno strumento ideale per far conoscere la nostra Provincia”.
L’Assessore ha concluso ringraziando personalmente tutti i volontari dello sport che con il loro aiuto rendono possibile l’organizzazione di questi eventi sportivi.
Il Consorzio Bim Piave è intervenuto economicamente per il supporto di tre manifestazioni della Val Comelico, la Pitturina è una di queste. “I Comuni, – ha detto Piccoli, presidente del Bim – attraverso il Consorzio sostengono il volontariato a 360 gradi, questo volontariato è fondamentale perché porta con se la divulgazione di immagini e contenuti del nostro territorio”.
Anche l’Assessore allo sport del Comune di Comelico Superiore, Daniele Zandonella, è concorde nel rimarcare la ricaduta promozionale che la Pitturina attiva nel territorio. “Spero che questa sia l’ultima edizione a livello nazionale e che dal prossimo anno si possa parlare di calendario di Coppa del Mondo. Già parlare di Coppa del Mondo vuol dire che gli organizzatori hanno fatto un ottimo lavoro e di questo ne sono orgoglioso. Speriamo che gli sci alpinisti innamorati della natura si innamorino delle Dolomiti del Comelico”.
Rufus Bristot delegato del Soccorso Alpino ha posto l’attenzione su come attraverso queste manifestazioni si valorizza la pratica sportiva di un certo livello e la caratterizzazione turistica di un territorio che ha bisogno di un’ulteriore implementazione. Rufus Bristot ha anche sottolineato l’importante collaborazione che è stata attivata con i responsabili del Soccorso Alpino di Kartich per dare maggior sicurezza agli atleti anche nel versate austriaco.
Vittorio Romor presidente del Dolomiti ski alp e Michele Festini Purlan, coordinatore della manifestazione hanno concluso la presentazione illustrando gli aspetti più tecnici della gara. Romor ha sottolineato come la Pitturina in soli due anni di storia abbia fatto passi da gigante prendendosi, insieme alla Transcavallo, un posto importante nel panorama internazionale delle gare di scialpinismo della Provincia di Belluno. Michele Festini in fine ha illustrato le difficoltà oggettive che si affrontano per mettere in piedi un’organizzazione che vede il lavoro attivo di oltre centocinquanta volontari. “La Pitturina di svolge in un ambiente di alta montagna, – ha detto il presidente dello Spiquy Team – la maggior parte dei nostri volontari si sa muovere in sicurezza in tutte le situazioni, è grazie a loro che la manifestazione in questi anni è cresciuta così tanto”.
Per quanto riguarda le iscrizioni alla gara, la segreteria operativa ha ricevuto una cinquantina di squadre provenienti da tutto il Nord Italia con alcune coppie austriache e una slovena. Le iscrizioni su sito www.sportis.it si chiuderanno il 20 gennaio.

Share

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.