Thursday, 18 January 2018 - 22:05

Incontro con Enrico Varriale il 13 gennaio a Pieve d’Alpago

Gen 6th, 2011 | By | Category: Appuntamenti, Eventi, sport, tempo libero, Pausa Caffè

Il giornalista sportivo Rai sarà nella sala Placido Fabris per una serata organizzata dal “Comitato 2 Ruote Alpago e solidarietà” nella quale si svolgerà anche la premiazione dei laureati 2006-10
Enrico Varriale arriverà per la prima volta in provincia di Belluno per un incontro pubblico. Grazie al “Comitato 2 Ruote Alpago & solidarietà” il giornalista sportivo e conduttore Rai interverrà giovedì 13 gennaio alle 20.30 nella sala Placido Fabris (via Roma, 54) di Pieve d’Alpago. Presenterà al pubblico la sua ultima fatica editoriale “A bordo campo, il calcio oltre la linea bianca” e sarà a disposizione per eventuali domande. Il moderatore della serata ad ingresso gratuito sarà Silvano Cavalet. Il libro, che vanta la prefazione dell’ex commissario tecnico nazionale Marcello Lippi, lo stesso che ha guidato l’Italia in testa ai mondiali nel 2006, raccoglie più di vent’anni di calcio, raccontando i protagonisti del pallone anche fuori dal campo, tratteggiando personalità e momenti autentici. Da Maradona a Biscardi, da Collina a Cannavaro, ci sono i profili di tutti coloro i quali hanno costruito il grande calcio italiano. Varriale, ormai ne è parte a pieno titolo ed è tra le colonne che sostengono questo edificio, che ha conosciuto, purtroppo, oltre a pieni momenti di luce anche qualche ombra, con l’inchiesta Calciopoli, dove il giornalista è stato interpellato come testimone diretto. L’incontro di giovedì prossimo sarà, quindi, un modo per approfondire tanti temi legati al mondo del calcio, ma anche per celebrare l’impegno e la bravura dei giovani di Pieve d’Alpago. Durante la serata, infatti, sarà consegnata ai ragazzi che hanno raggiunto il traguardo della laurea tra il 2006 e il 2010 un riconoscimento. La manifestazione organizzata dal “Comitato 2 Ruote Alpago & Solidarietà” è patrocinata dalla Comunità Montana dell’Alpago e dal Comune di Pieve d’Alpago.

Share

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.