Tuesday, 25 September 2018 - 19:22

La proposta bizzarra di De Gan. Alpagotti: “Un doveroso invito alla coerenza e alla fattibilità a chi ci governa”

Gen 3rd, 2011 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina
Mauro Alpagotti

Mauro Alpagotti

In merito alle affermazioni fatte dall’assessore Stefano De Gan, che ha proposto la trasmissione delle tasse versate dalle imprese all’erario facendole prima transitare per un apposito conto provinciale da cui poi versarle al netto dello spettante alla Provincia, mi permetto di fare alcune considerazioni – scrive in una nota Mauro Alpagotti, direttore della Confederazione italiana agricoltori di Belluno – Francamente, probabilmente per un mio deficit intellettivo, trovo la proposta alquanto bizzarra, come trovo alquanto strano che un amministratore faccia delle ipotesi così avanzate di fiscalità senza precisare come praticare questa idea. Devo dire che sulle affermazioni ognuno, per il ruolo che occupa è libero di esternare quello che gli pare assumendosi le proprie responsabilità, ma gradirei capire come si concretizza l’enunciato. Ad esempio, ammesso e non concesso che si possa creare un conto su cui far transitare mettiamo ad esempio L’IVA delle imprese bellunesi da cui ipotizziamo la provincia si trattenga una quota, chi e con che legittimità stabilisce quanto trattenere? Per quanto riguarda poi alla quota trattenuta dalla Provincia, non è sorto all’assessore il dubbio tutt’altro che remoto che l’ufficio delle entrate vada a sanzionare le aziende per omissione parziale del versamento? Non avrei voluto perdere il mio tempo per scrivere queste quattro righe – conclude Alpagotti – perché in questo momento le imprese che mi onoro di rappresentare hanno bisogno di tutto tranne che di provocazioni e polemiche, ma per il rispetto che ho dell’intelligenza e del senso dello stato e della popolazione bellunese era doveroso un invito da parte mia alla coerenza e alla fattibilità delle proposte di chi ci governa».

Share

One comment
Leave a comment »

  1. ma perchè versare le tasse a uno stato che dimentica per interessi lobbystici di incassare 98 miliardi di euro dai gestori delle slot machine mentre incarcere un artigiano a trento per 160 euro di inps non versati…

    http://www.cadoinpiedi.it/2011/01/04/quei_98_miliardi_dimenticati.html