Wednesday, 20 June 2018 - 15:22

Il cordoglio dell’amministrazione comunale di Feltre per la scomparsa del prof. Sisto Dalla Palma

Gen 3rd, 2011 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

L’Amministrazione comunale esprime il più profondo cordoglio per la perdita del prof. Sisto Dalla Palma. Questa dolorosa notizia è giunta improvvisa a pochi mesi dalla scomparsa, altrettanto improvvisa, della moglie e ci ha lasciato tutti attoniti.  Sisto Dalla Palma viveva a Milano, ma il suo cuore era a Feltre, dove ritornava spesso nella sua casa in centro storico, e dove rimangono molti amici e conoscenti a piangere la sua morte. Il prof. Dalla Palma rappresentava una personalità unica nel mondo della cultura italiana ed in particolare nel panorama del teatro: di quello insegnato, quale docente di Storia del teatro e dello spettacolo all’Università Cattolica di Milano e di quello praticato nella sua tensione di ricerca più tenace e più salda nei valori. Questo aveva la sua espressione nel  Centro di Ricerca Teatrale di Milano, da lui fondato nel 1974, di cui era anche il presidente. Il CRT in   tutti questi anni  ha svolto un ruolo unico, importante per promuovere e sostenere la pratica teatrale. Nel Crt sono maturate   sperimentazioni e produzioni da tutti riconosciute come tra le  più coraggiose e innovative, sia italiane che  internazionali. Ma non è stato solo questo, Sisto Dalla Palma. Nella sua intesa vita ha ricoperto numerosi incarichi di  rilievo culturale e civile. Tra gli altri, oltre che docente universitario e fondatore e presidente del Crt, è  stato anche consigliere comunale a Feltre, segretario generale della Biennale di Venezia, presidente della locale Accademia delle Belle Arti, presidente del Piccolo Teatro. È stato sopratutto un saggio stimolatore culturale, un maestro. Di questo operare intenso e profondo possiamo trovare  testimonianza nei suoi numerosi scritti. Lo possiamo anche  ricordare nell’eco delle sue parole in memoria di  amici scomparsi e nelle conferenze cui è intervenuto sempre con profonda acutezza e riflessione ampia. Ricordo, a tal proposito, che nel 2004 curò un articolato  convegno sull’opera del feltrino Libero Pilotto. Il mondo accademico e il sistema teatrale italiani hanno perso uno dei loro esponenti più preziosi, ma la città di Feltre ha perso anche una delle sue anime più sapienti e più sagge, una perdita incommensurabile e irrimediabile.

Share

Comments are closed.