Tuesday, 21 August 2018 - 12:10

Sistri: altri 5 mesi di proroga alle aziende per il nuovo sistema di tracciabilità dei rifiuti

Dic 23rd, 2010 | By | Category: Lavoro Economia Turismo, Prima Pagina

La notizia sperata è arrivata. Il ministro all’Ambiente, Stefania Prestigiacomo, ha assicurato una proroga per il SISTRI di cinque mesi. Diversamente il 1° gennaio sarebbe entrata a regime l’operatività del nuovo sistema informatico per la tracciabilità dei rifiuti, un’operatività di fatto impossibile a causa delle continue falle del sistema per attrezzature distribuite non funzionanti e collegamenti telematici impossibili. L’UAPI aveva da tempo denunciato le criticità del SISTRI, indicandone tutte le carenze e le criticità direttamente a Confartigianato e anche ai parlamentari bellunesi. Confartigianato, assieme a Rete Italia, aveva richiesto uno spostamento dei termini dell’obbligo di utilizzo del SISTRI e, finalmente, il Ministro ha pubblicamente annunciato una modifica al DM 17 dicembre 2009 che sposterà l’adempimento di cinque mesi, quindi a fine maggio 2011. L’annuncio è stato fatto ieri (22/12/2010) nel corso di una seduta del parlamento durante la quale il Ministro, nel corso di un intervento, ha annunciato la prossima emanazione di “… un decreto ministeriale che posticiperà l’entrata in vigore del Sistri, che verrà stabilita quindi non con norma primaria ma con decreto ministeriale, di cinque mesi…”. “Al momento – spiega Maurizio Reolon, responsabile dell’Ufficio Ambiente dell’UAPI di –  non siamo in grado di specificare il contenuto del decreto annunciato nel quale, confidiamo, sia presente anche l’annunciata modifica all’articolo 12, comma 1, del decreto 17 dicembre 2009 e che sia eliminato l’obbligo di comunicare la produzione, movimentazione e gestione dei rifiuti relative al periodo dell’anno 2010, precedente all’operatività del sistema Sistri,  entro il 31 dicembre prossimo”. “Alla luce delle informazioni diffuse – conclude Reolon – le aziende potranno continuare  nella gestione dei rifiuti prodotti e smaltiti tramite registro di carico e scarico e formulario di identificazione per il trasporto e non sono quindi tenute ad inserire, tramite il SISTRI, le giacenze dei rifiuti al 31 dicembre”.

Share
Tags:

Comments are closed.