13.9 C
Belluno
martedì, Agosto 4, 2020
Home Cronaca/Politica Fondo Brancher anche alla Provincia di Belluno: l'appello di Bottacin al governo...

Fondo Brancher anche alla Provincia di Belluno: l’appello di Bottacin al governo e ai parlamentari bellunesi. Ma la Lega è al governo da oltre 15 anni e in montagna non ce ne siamo accorti

Gianpaolo Bottacin
Gianpaolo Bottacin

Il presidende della Provincia Gianpaolo Bottacin chiede soldi per la montagna bellunese per alleviare i sacrifici dei tagli già imposti. «Nel “Fondo Brancher”, destinato agli enti al confine con Trento e Bolzano, venga tenuta in considerazione anche la Provincia di Belluno». Questa la proposta contenuta nella lettera che il presidente di Palazzo Piloni ha inviato agli organi governativi e a tutti i parlamentari bellunesi, sia della maggioranza che della minoranza. «I tagli di oltre cinque milioni di euro ci impongono di trovare risorse alternative per poter garantire a tutti i cittadini i servizi essenziali – ha spiegato Bottacin – . In un simile momento, è bene lavorare insieme per assicurare alla comunità ciò di cui ha bisogno. Per questo, ho inviato una lettera a Roma in cui chiedo che nel Fondo Brancher trovino spazio anche le Province di confine». «Con le risorse che ne potrebbero derivare, riusciremmo a gestire il taglio di trasferimenti che stiamo subendo – ha continuato il presidente Bottacin – . Quello che sta accadendo oggi è il risultato dovuto e voluto da chi ha osteggiato (e ancora continua a farlo) la riforma federalista dello Stato: una miopia che paghiamo a caro prezzo». «Se non attingiamo ad altre risorse, a farne le spese sarà l’intero territorio di Belluno, le strade, le scuole – ha concluso il presidente – . È quindi necessario unire le forze e sono certo che anche i nostri parlamentari si uniranno alla causa». Non si può che condividere e sostenere la proposta di Bottacin. Quello che non si capisce è come mai il presidente cerchi di scaricare su altri le responsabilità di un federalismo incompiuto: la Lega è partito di governo da una quindicina d’anni, se voleva davvero il federalismo, il Fondo Brancher per Belluno e tutto il resto poteva farlo, i numeri li aveva e li ha ancora.

Share
- Advertisment -



Popolari

I ricordi dell’artista Gino Silvestri, “Gino da Belun” protagonista del salvataggio de Les Frigos di Parigi luogo simbolo dell’arte

“Se fa freddo tengo le mani in tasca. Non ho mai indossato un cappotto, tranne il giorno del mio matrimonio a Lentiai, nell’inverno del...

Lavori in corso. L’Istituto comprensivo di Mel e Lentiai spiega a genitori e alunni come ripartire tra Covid e trasloco

Borgo Valbelluna 3 agosto 2020 - Lavori in corso è la sezione presente nel sito dell’Istituto Comprensivo di Mel e Lentiai dove genitori e...

Terza edizione del Gran Galà della Neve e del Ghiaccio de La Gazzetta dello Sport, Fisi e Fondazione Cortina 2021

I premiati: Federica Brignone Fiocco d’Oro miglior atleta dell’anno; Isolde Kostner Fiocco d’Oro alla carriera; Dorothea Wierer Fioccho d’Oro biathlon; Michela Moioli e Roland...

Sperimentazione vaccino anti-covid. Cunial: “Zaia, giù le mani dai nostri genitori”

Roma, 3 agosto 2020 – "Zaia continua a trattare i veneti come cavie e questo è inaccettabile". Ad affermarlo è Sara Cunial, deputata del Gruppo...
Share