Friday, 21 September 2018 - 05:12

Grande fervore nella Regina delle Dolomiti per QuantiCortina 2011. Il nuovo progetto presentato alle scuole metterà in evidenza i più piccoli ma grandi segreti della famosa località ampezzana

Dic 15th, 2010 | By | Category: Prima Pagina, Scuola

Dopo il successo dell’esperienza del workshop proposta dall’Architetto Ambra Piccin ai ragazzi dell’Liceo Artistico (ex Istituto Statale d’Arte) nell’ambito di Details of Excellence in Cortina d’Ampezzo, nasce QuantiCortina, un nuovo progetto che vuole sottolineare le molte sfaccettature, in bilico tra passato e futuro, di un luogo piccolo, che sa essere molto grande. La presentazione ufficiale del progetto è stata fatta questa mattina presso l’l’aula magna del polo scolastico Valboite, dagli architetti Ambra Piccin e Luca Mernardi. Ospite della giornata Paolo Barozzi, artista locale dalla forte sensibilità filosofica.
Più di 150 ragazzi alla presentazione di QuantiCortina: professionisti, mondo della scuola, Istituzioni, categorie professionali, etc., interagendo tra di loro diventeranno il promotore culturale interno che da voce sia alla specificità culturale e ambientale sia alla sua molteplicità, attraverso un progetto condiviso. I responsabili del polo scolastico locale, coordinati dagli architetti Ambra Piccin e Luca Menardi Ruggeri, coinvolgeranno i giovani in questo progetto innovativo con l’obiettivo di rappresentare le dinamiche di interazione (molecolare, sociale, mentale…) che danno origine ad ogni cosa.  QuantiCortina si basa proprio sulla teoria della relatività e della fisica quantistica: l’infinitamente piccolo (Cortina) interagisce con l’infinitamente grande (il mondo esterno) e ogni cosa cambia a seconda di come la si guarda (Cortina, piccola, è ricca di tesori nascosti). Basandosi su queste teorie QuantiCortina vuole aprire la mente ad una maggiore comprensione verso ciò che ci circonda e che renda consapevoli che tutto avviene solo se agiamo e se si diventa protagonisti attivi attraverso l’iterazione tra piccolo e grande, tra passato e futuro, tra globalizzazione e conservazione. Il Liceo Scientifico, Artistico (ex Scuola d’Arte), la Ragioneria, l’Istituto Alberghiero saranno i primi protagonisti dove, coinvolti in un progetto legato alla quantistica, interagiranno tra di loro, con il mondo della progettazione e con le Istituzioni per dare vita ad un’ opera dalle dimensioni adeguate che rappresenti simbolicamente il divenire di Cortina, il punto di partenza e quello di arrivo, la sintesi tra passato e futuro: l’opera sarà una fontana, chiamata appunto Fontana Quantica che verrà costruita necessariamente in una posizione centrale.
Il progetto si dividerà in diversi momenti: una prima fase teorica, di approccio ai principi quantistici; una fase più dinamica, caratterizzata dai workshop in classe; una fase sul “campo”, che si concretizza nella realizzazione dell’opera pensata (fontana quantica) ed infine, la condivisione del progetto con tutta la comunità. La Professoressa Elisabetta Fontana durante l’incontro di presentazione ha sottolineato come i workshop che i ragazzi delle scuole andranno a fare siano degli step importantissimi non solo per la loro formazione e preparazione professionale ma anche per tutta la comunità vista la condivisione dei valori più nascosti del nostro territorio che potrebbero andare a disperdersi. Sinergia è la parola chiave per il futuro.
L’incontro è stato ripreso da Alessandro Manaigo e verrà trasmesso su youtube e in un circuito media internazionale. QuantiCortina è un  progetto innovativo che, utilizzando le materie di studio, vuole rappresentare le dinamiche che danno origine ad ogni cosa.

Share
Tags: ,

Comments are closed.