13.9 C
Belluno
sabato, Agosto 15, 2020
Home Cronaca/Politica Bilancio finale delle uscite di “Strada facendo” Dei 300 aderenti al...

Bilancio finale delle uscite di “Strada facendo” Dei 300 aderenti al progetto comunale, il 74% è riuscito a mantenere la promessa di bere a zero gradi

Sono stati elaborati i dati sull’andamento delle 21 uscite tra le 14 feste e sagre condotte quest’estate nel territorio comunale di Belluno per “Strada facendo”. Il bilancio finale del progetto educativo per sensibilizzare i giovani sul consumo di bevande alcoliche ha coinvolto migliaia di ragazzi ai quali sono stati consegnati gadget e materiale informativo. Tramite “Strada facendo” c’era anche la possibilità di vincere un numero limitato di buoni per fare attività sportiva o trascorrere una serata al cinema o in pizzeria gratis. La “scommessa” per vincere i buoniche veniva fatta con i due educatori, Marianna e Marco, presenti alle feste, era quella di non bere alcol durante un’uscita estiva. Agli stessi spettava il compito di indirizzare anche i giovani nei 20 locali che hanno svolto lo scorso maggio un apposito corso con Ascom Formazione per imparare a fare cocktail analcolici. I locali hanno poi tenuto nei mesi estivi questo prodotto al prezzo convenzionato di 3 euro.
Sono stati 300 i ragazzi che hanno aderito al progetto con una media d’età di 19 anni. Tra gli “scommettitori” sono state di più le femmine, 171, che i maschi, “solo”, 129.
Il 74% dei partecipanti è riuscito a portare a termine la promessa di fare una serata analcolica, mentre il 23% non è tornato nella postazione della scimmietta Belù per completare l’adesione all’iniziativa. Il 3% (8 soggetti), ha fatto evidenziare, attraverso la verifica con alcol test, grazie anche al supporto di Fuori Posto del Ser.t, un tasso alcolico superiore a zero e non ha, quindi, ricevuto il premio.
Anche tra i premiati le femmine sono state di più, il 57% ha raggiunto il traguardo (127 soggetti), mentre i maschi si sono fermati ad un 43% (97 persone). Nel 23% dei non tornati troviamo, invece, 40 ragazze e 28 ragazzi.
«Una dimostrazione che i giovani bellunesi sono in grado di impegnarsi e iniziano ad avere un certo grado di consapevolezza dei rischi a cui vanno incontro» commenta l’assessore alle politiche Marco Da Rin. «Certo – prosegue – resta ancora molto da fare perché il messaggio arrivi a tutti, ma questa sperimentazione fatta grazie al contributo della Regione Veneto, ci ha permesso di raggiungere tanti ragazzi, molti dei quali giovanissimi».
Ricordiamo che tra i 224 premi distribuiti e validi fino al 31 dicembre ci sono pizze “Da Salvatore”, la visione di film al cinema Lumiere, l’entrata gratis in piscina o alla palestra di roccia e l’uso della sala prove allo Spazio Giovani. Chi dovesse ancora ritirare il proprio buono può farlo presso l’Informagiovani dal martedì al venerdì dalle 16 alle 19 e il sabato mattina dalle 9 alle 12 entro fine anno.

Share
- Advertisment -



Popolari

interventi di soccorso in montagna

Val di Zoldo (BL), 14 - 08 - 20 Attorno alle 19.30 l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore e volato sul sentiero Tivan,...

L’avvocato Malvestio replica alle dichiarazioni di Enrico Cappelletti candidato alla presidenza della Regione del Veneto per il Movimento 5 Stelle

"Non ho mai gestito soldi di politici! Si sappia invece che tra i miei clienti - neanche per il più infimo importo - non...

Escursionista precipita e perde la vita sul Dolada

Ponte nelle Alpi (BL), 14 - 08 - 20  Alle 12.40 circa la Centrale del 118 è stata chiamata da una donna lussemburghese, il...

400 milioni a Malta, Cappelletti (M5S): “Basta con l’opaco intreccio tra politica e interessi. Un esposto per far luce sulla vicenda”

"Ma vi sembra normale che Massimo Malvestio, lo storico avvocato di Zaia che ha ricoperto una lunga serie di cariche fiduciarie in società pubbliche...
Share