Wednesday, 11 December 2019 - 07:13
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

La Provincia di Belluno perde i pezzi: l’ok del Consiglio regionale del Friuli al passaggio di Sappada. E ora che farà Venezia? O la Lega dice sì, o rinnega se stessa

Nov 24th, 2010 | By | Category: Cronaca/Politica, Riflettore

Due anni fa  il 95% dei cittadini di Sappada aveva votato a favore del passaggio in Friuli Venezia Giulia. Oggi è arrivato il via libera del Consiglio regionale del Friuli, che dà il benvenuto all’ingresso di Sappada. Manca solo l’ultimo visto del Consiglio regionale del Veneto. E qui la faccenda diventa interessante. Perché ci chiediamo come farà la Regione Veneto, presieduta dal leghista Zaia a dire no? La Lega ha costruito il suo successo sostenendo il diritto di determinazione dei popoli, l’indipendenza, la Padania. Ora però tocca alla Lega decidere di liberare Sappada dal Veneto. Come la Padania schiava di Roma. Del resto, Sappada ha già detto che si sente trascurata da Venezia. Coerenza vorrebbe che il Consiglio veneto non si opponesse a tale determinazione dei sappadini. Ma si sa, oggi la coerenza non è una virtù molto diffusa in politica. Una simile decisione, infatti, costituirebbe un precedente pesante come un macigno, che darebbe il via a una serie di fughe dal Veneto dei Comuni di confine come Lamon e Cortina, facendo perdere i pezzi alla Provincia di . La cambiale leghista, insomma, è giunta a scadenza. Se la risposta a Sappada sarà no al passaggio in Friuli, zaia dovrà anche dire al popolo leghista di dimenticare i principi sostenuti negli ultimi vent’anni. E può darsi che non tutti digeriscano il boccone, condito in salsa romana.

Share
Tags:

Comments are closed.