Tuesday, 10 December 2019 - 11:33
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Bond e Cortellazzo presentano una mozione contro i ritardi nei pagamenti della pubblica amministrazione

Nov 24th, 2010 | By | Category: Cronaca/Politica, Riflettore
Dario Bond

Dario Bond

Il Consiglio regionale del Veneto ieri sera in chiusura di seduta ha ammesso l’iscrizione tra gli argomenti che andranno in discussione in aula della mozione presentata da Dario Bond e Piergiorgio Cortelazzo, capogruppo e vice del Pdl, che impegna la Giunta ad attivarsi per promuovere presso Governo e Parlamento la nuova direttiva europea contro i ritardi nei pagamenti della Pubblica Amministrazione. I due consiglieri del Popolo della libertà chiedono che la norma venga recepita al più presto anche nel nostro Paese.
La direttiva è stata approvata dal Parlamento europeo il 20 ottobre scorso e verrà pubblicata a breve sulla Gazzetta ufficiale europea. La direttiva dispone che gli enti pubblici debbano pagare entro 30 giorni (e in casi del tutto eccezionali entro 60 giorni) beni e servizi che hanno acquistato dalle imprese. E nel caso non rispettassero i termini le ditte fornitrici hanno il diritto di esigere il pagamento degli interessi di mora: la norma prevede che il tasso di legge applicabile venga aumentato dell’8% al di sopra del tasso di mora di riferimento della Banca Centrale Europea. “I ritardi nei pagamenti della PA purtroppo sono una pratica diffusa in tutta Europa – affermano Bond e Cortelazzo – , e soprattutto nel Nordest il fenomeno si fa sentire particolarmente. Solo in Veneto, secondo alcune stime, i privati spendono ogni anno 800 milioni di euro che vanno in costi causati dai ritardi di pagamento”.  “Secondo i dati di Bruxelles – proseguono i consiglieri del Pdl – nell’UE il ritardo nei pagamenti causa un fallimento su quattro e, di conseguenza, priva del lavoro 450 mila persone all’anno”.
“Le aziende più sensibili e vulnerabili sono le piccole e medie, che in maggioranza costituiscono la nostra economia veneta – proseguono Bond e Cortelazzo – ; infatti solo la puntualità dei pagamenti può permettere loro di mantenere sufficienti disponibilità di cassa, specie ora che le banche sono restie a concedere crediti”.

Share
Tags:

Comments are closed.