Saturday, 14 December 2019 - 22:36
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Matteo Toscani costretto ad ammettere lo scippo dei 4 milioni per le aree di confine. E lancia una velata minaccia all’Unione artigiani sulla legge “made in”

Nov 6th, 2010 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

“E’ vero che i quattro milioni di euro destinati al rifinanziamento della legge 18 per le aree di confine sono stati utilizzati per il nuovo fondo di garanzia a favore delle imprese venete voluto dal governatore Luca Zaia”. E’ l’ammissione di Matteo Toscani, consigliere regionale della Lega, all’accusa lanciata da Luigi Curto, presidente dell’Unione artigiani e piccola industria di . E tanto sarebbe sufficiente a chiudere il caso, ed a far inghiottire ai vari leghisti i proclami di federalismo, montagna, e tutto il resto. A Toscani non rimane che assicurare che stanno lavorando per noi. E dice “E’ altrettanto vero che già da alcune settimane sto lavorando con gli assessori Roberto Ciambetti e Isi Coppola e con Veneto Sviluppo non solo per trovare i 3,6 milioni di euro necessari a soddisfare le domande giacenti, ma anche per individuare le risorse che servono per un rilancio del fondo per gli anni a venire”. “Purtroppo – si giustifica Toscani – è un momento difficile per le casse regionali e il governatore è stato costretto a raschiare il fondo del barile per mettere insieme un fondo di garanzia che agevoli l’accesso al credito delle aziende venete. Capisco l’amarezza e la preoccupazione dell’Unione Artigiani nel vedere cancellati i quattro milioni di euro della legge per le aree di confine. Ma non è con i comunicati stampa che si risolvono i problemi”. “Mi auguro – conclude il vicepresidente del consiglio alzando i toni con una velata minaccia  – che in futuro gli artigiani decidano di collaborare anziché limitarsi a criticare. Anche perché, è bene ricordarlo, l’intera maggioranza a Palazzo Ferro-Fini ha appena condiviso la mia mozione sul “made in”, predisposta proprio per andare in contro alle esigenze delle piccole imprese dell’occhialeria”. Come dire: o collaborate, che tradotto dal politichese significa continuare ad assicurare la fiducia alla Lega, oppure sulla la legge del “made in” a difesa della piccola industria bellunese, vi arrangiate.

Share
Tags: ,

Comments are closed.