Saturday, 14 December 2019 - 01:44
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Associazioni disabili. Sernagiotto:”basta privilegi per 6 o 7 associazioni. E tutti gli altri ?”

Nov 5th, 2010 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina
Remo Sernagiotto

Remo Sernagiotto

“Volete manifestare la vostra protesta? In un Paese democratico quale siamo è un vostro diritto. Ma è anche un mio diritto, oltre che un preciso dovere di amministratore responsabile in questo periodo di forti difficoltà, dire basta ai privilegi di qualche associazione per disabili mentre tutti gli altri disabili restano al di fuori di queste opportunità, abbandonati a loro stessi”. Lo afferma Remo Sernagiotto, assessore regionale alle politiche sociali, in risposta alle dichiarazioni di Bruno Vidal, presidente della FAND in relazione ai finanziamenti regionali per alcune associazioni di disabili (Anmic, Ens, Uic, Unms). “Per l’ultima volta rispondo a Vidal nello stesso modo franco con cui gli ho risposto tre mesi quando ci siamo visti nel mio ufficio a Venezia: trovo immorale che sei o sette associazioni o enti di tipo b prendano da anni un contributo annuale di 1 miliardo di vecchie lire solo dalla Regione Veneto, a cui vanno assommati i contributi nazionali. Ripeto a Vidal quanto già detto allora: per quest’anno, 2010, i contributi saranno erogati visto le spese che le associazioni hanno in  corso; la deliberazione in proposito è già pronta. Ma, riconfermo una volta per tutte, che dal 2011 questi contributi non ci saranno più. Chiedo a Vidal: sa quanti autistici ci sono in Veneto? Quanti down? Quanti disabili motori o intellettivi? Quanti disabili non per nascita ma per incidenti? Si chieda quanto immorale sia che questi disabili non abbiano i contributi che prendono quelle sei/sette associazioni che sono, da sempre, privilegiate. Ma non è più il tempo. Nel 2011 il mio assessorato userà la cassa per pagare i debiti e gli impegni presi per il 2009-2010 dopodichè sarà mio preciso impegno mettere tutto il mondo dei disabili nelle stesse condizioni e dare le stesse opportunità”.

Share
Tags:

Comments are closed.