Sunday, 24 June 2018 - 17:02

Sala al completo per Details of Excellence in Cortina d’Ampezzo. Dario Bond e Daniela Templari propongono nuove idee per il futuro della scuola

Ago 31st, 2010 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina, Scuola
Daniela Templari

Daniela Templari

Quasi 600 persone per “Details of Excellence in Cortina d’Ampezzo, l’evento che nella serata di venerdì 27 agosto, presso l’Alexander Hall di Cortina, ha valorizzato l’essenza della cultura cortinese. La serata ha voluto celebrare le sinergie tra il mondo della progettazione, l’architettura e il territorio attraverso la presentazione dell’ultimo volume dell’architetto Ambra Piccin e lo stage che i ragazzi dell’ Istituto d’Arte di Cortina hanno svolto gli scorsi mesi nelle botteghe artigiane. Una serata di riflessione sull’arte e sul futuro dell’Istituto scolastico di Cortina d’Ampezzo, scuola che la nuova riforma scolastica trasformerà in Liceo Artistico. A tale proposito il consigliere regionale Dario Bond e l’assessore provinciale alla Cultura Daniela Templari hanno proposto la possibilità di creare una “rete” tra il territorio e il mondo della scuola, proprio per non perdere tradizioni e metodi scolastici che porterebbero l’Istituto Statale d’Arte a diventare un Liceo dal programma scolastico standard e con una base molto più teorica e meno pratica.

Dario Bond

Dario Bond

Bond ha sottolineato che deve essere la Provincia ad occuparsi delle risorse scolastiche e che le competenze devono rimanere locali proprio perché solo a livello locale si conosce il territorio e si fa tutto ciò che è meglio per valorizzarlo.  Ambra Piccin, infatti, nel corso dello stage formativo, ha supportato i ragazzi nella realizzazione di bozzetti ed ha illustrato loro le tecniche di design arrivando poi alla realizzazione dei “gioielli artistici” da parte degli artigiani. Iniziativa che ha messo in evidenza l’importanza culturale che ha la Scuola d’Arte nel tessuto ampezzano, sia a livello sociale che economico e che ha permesso agli studenti di confrontarsi con il mondo reale della progettazione. Durante la serata le opere progettate dai ragazzi, esposte in apposite teche in una scenografia originale e curatissima nei minimi dettagli, hanno trasmesso il valore dell’eccellenza che solo Cortina sa dare: un grande patrimonio di sapienza, che deve essere condiviso con gli altri. Gli oggetti sono stati donati all’Istituto d’Arte durante l’evento, come simbolo e sintesi non solo del passato e del presente della città, ma anche del suo futuro.

Share
Tags:

Comments are closed.