Sunday, 16 December 2018 - 04:08

Domenica i Vecchi Mestieri a Farra d’Alpago

Ago 31st, 2010 | By | Category: Appuntamenti, Pausa Caffè

Visto il successo delle edizioni precedenti, domenica 5 settembre, viene riproposta a Farra d’Alpago la manifestazione Vecchi Mestieri che ha come obiettivo la riscoperta dei mestieri tradizionali del territorio. Raggiunge il suo quarto anno di vita l’iniziativa Vecchi Mestieri, organizzata dal Comitato Vecchi Mestieri con il patrocinio del Comune di Farra d’Alpago e la collaborazione della locale Pro Loco e del Gruppo Alpini di Farra d’Alpago, che propone un viaggio alla riscoperta, o alla scoperta, delle attività tradizionali che hanno contraddistinto il passato dell’Alpago. Domenica 5 settembre, dalle ore 8.00, le vie Trieste e Castel Nuovo si trasformeranno per l’occasione in un set a cielo aperto, dove numerosi figuranti in costume saranno impegnati nella riproposizione di lavori manuali che hanno fatto la storia di Farra d’Alpago, come ad esempio il caregheta (seggiolaio), lo scalpellino o il falegname. E ancora la lavorazione del latte per ottenere il formaggio, la realizzazione di cesti in vimini e di scarpet, l’artigianato in legno, rame, latta o pietra. Non mancheranno le note di colore con il racconta storie, il sarto, il barbiere, il fotografo, l’antico bar e la cucina antica, la casa del cacciatore, la stalla o la casa chiusa. Sarà interessante scoprire curiosità come lo sgarnelar panoie (sgranar pannocchie), la lissia (la lisciva), la battitura del faldin (falce) e i dughi de ‘na olta (giochi di una volta). Sarà possibile, inoltre, acquistare numerosi prodotti esposti che vanno dall’artigianato, all’abbigliamento, dalle bambole ai prodotti ortofrutticoli e dell’apicoltura fino alla bigiotteria e ai gioielli. Alle 16.30 il Gruppo di Ricerca Espressiva “Il Gabbiano” presenterà lo spettacolo “Vento e Respiri”, mentre alle 21.00 la musica dal vivo dell’orchestra Paolo Rivelli Group allieterà la serata con il ballo liscio a conclusione della manifestazione. Una fornitissima frasca sarà attiva per tutta la giornata; sarà inoltre  possibile pranzare e cenare presso il tendone con stand gastronomico, la cena (a partire dalle ore 19.00) prevede lo spiedo come piatto del giorno. Una domenica per salutare l’estate ricordando il passato dei nostri vecchi, quando la vita era indubbiamente più faticosa, ma aveva un sapore più genuino.

Share
Tags:

Comments are closed.