Saturday, 15 December 2018 - 14:01

Due appuntamenti da non perdere nel giardino di palazzo Minciotti (Villa Francesca), a Camino al Tagliamento

Ago 28th, 2010 | By | Category: Arte, Cultura, Spettacoli, Pausa Caffè, Pubbliredazionali

Lunedì 6 settembre (alle 21) , nella magnifica cornice di Villa Francesca, va in scena lo sport  “vero”, con la proiezione del film Zemanlandia di Giuseppe Sansonna, ospite Bruno Pizzul, e martedì 7 settembre (alle 21) grande musica (piano e voce) con il duo Laura Torto e Glauco Venier. Una prina assoluta di due grandi artisti inserita nel caleidoscopico circuito culturale varato quest’estate dalla Puglia e intitolato Terre dell’Uomo. “Questa prima edizione di Terre dell’Uomo  nasce sotto gli auspici di una fraterna  compenetrazione tra culture che “resistono”. Ed è proprio per sollecitare il riconoscimento dell’affinità dentro la differenza che si è voluto iniziare dalla Puglia, che non diversamente dal Friuli Venezia Giulia è terra carsica e di frontiera, sbilanciata sul mare, punto d’intersezione tra Oriente e Occidente, storico epicentro di flussi migratori; territorio geograficamente esposto alla suggestione culturale del confine, e malgrado ciò – o forse proprio per questo – modello esemplare di un’identità tanto più “tenace” quanto più modellata nel tempo attraverso un incessante dialogo con l’esterno.
Marco Rossitti, direttore artistico della manifestazione
LUNEDI 6 SETTEMBRE
CAMINO AL TAGLIAMENTO

Corte di Palazzo Minciotti* ore 21.00
Cinemambulante
ZEMANLANDIA
(2009, 55’) di Giuseppe Sansonna
al termine della proiezione incontro con Bruno Pizzul
conducono
Nicola Angeli giornalista sportivo
Riccardo Costantini Cinemazero
All’inizio degli anni Novanta una scalcinata squadra di provincia irrompe
a sorpresa in serie A e sconvolge il sonnacchioso panorama del calcio
italiano. È il Foggia di Zdenek Zeman. Il boemo, infliggendo ai giocatori
allenamenti estenuanti, forgia un manipolo di agguerriti e invincibili
sconosciuti, reclutati per un tozzo di pane nelle serie minori; e loro
provocano sudori freddi ai più blasonati squadroni costati miliardi.
Segnano e incassano valanghe di gol. Divertono e si divertono. E lui,
l’uomo di Praga, gongola sempre più sornione. Trench alla Bogart, sigaretta
appesa al labbro e palpebra a mezz’asta, Zeman spiazza la stampa
con pause interminabili e risposte impassibili. Ma Zeman diventerà
anche l’uomo (scomodo) contro il Palazzo e contro il doping, fra i pochi
a credere davvero nell’integrità dello sport. Impreziosito dal calcio giocato
e da materiali di repertorio delle rampanti televisioni private, il film
annovera anche l’intervista più lunga che Zeman abbia mai rilasciato.

GIUSEPPE SANSONNA Classe 1977, è nato ad Asti da genitori pugliesi. Laureatosi al Dams di Torino con una tesi sull’opera cinematografica di Carmelo Bene, ha esordito alla regia nel 2001 con il cortometraggio La quiete, presentato al Festival di Torino del 2003. Nel2007 ha girato il documentario Frammenti di Nairobi, un reportage sulle spaventose condizioni di vita degli abitanti della bidonville di Korogocho.
* in caso di maltempo: Teatro Comunale di Camino al Tagliamento
BRUNO PIZZUL Nato a Udine nel 1938, è uno dei più noti telecronisti RAI di
sempre. Con un passato da calciatore professionista (Catania,
Cremonese, Ischia, poi un grave infortunio al ginocchio), si
laurea in giurisprudenza e, dopo aver insegnato materie letterarie
nelle scuole medie superiori, viene assunto in RAI nel
1968. Il 9 aprile del 1970 commenta la sua prima partita
(Juventus-Bologna, spareggio di Coppa Italia). A partire dai
Mondiali 1986 gli viene affidato l’incarico di telecronista ufficiale
delle partite disputate dalla nazionale italiana. Pizzul
mantiene questo ruolo fino al 20 agosto 2002, quando commenta
la sua ultima partita dell’Italia, l’amichevole giocata a
Trieste contro la Slovenia. Oggi continua a essere attivo nel
campo del giornalismo sportivo, sia per la televisione che per
la carta stampata.
MARTEDI 7 SETTEMBRE
CAMINO AL TAGLIAMENTO

Corte di Palazzo Minciotti* ore 21.00
Evento speciale – Prima assoluta
DIANA TORTO & GLAUCO VENIER DUO
“INCJANS”. CONCERTO PER PIANO E VOCE

una produzione di “Terre dell’uomo”
con il contributo di Bluenergy Group
Con Incjans due artisti di fama internazionale, la vocalist abruzzese Diana
Torto e il pianista e compositore friulano Glauco Venier, coronano il loro
sodalizio artistico – incentrato sulla comune passione nei confronti della
tradizione musicale popolare friulana. Si cimenteranno in una performance
inedita incentrata sul concetto di “folklore immaginario” e basata
sull’esecuzione di partiture ispirate a testi in lingua friulana di diversi
poeti contemporanei: Pier Paolo Pasolini, Federico Tavan, Novella
Cantarutti, Amedeo Giacomini ed Elio Bartolini. Incjans rappresenta
senza dubbio una tappa significativa, quasi una svolta, nell’itinerario
artistico del celebre musicista friulano: mentre i suoi precedenti lavori
sono basati sull’arrangiamento e la riarmonizzazione di materiali preesistenti,
con Incjans Venier ha deciso di cimentarsi con la composizione di
partiture autografe. Una scrittura eclettica, la sua, capace di destreggiarsi
abilmente tra i vari riferimenti stilistici della sua formazione – dalla
classica contemporanea al jazz europeo, fino a certe suggestioni rock -,
che si amalgamano armoniosamente grazie al comune radicamento nel
sostrato della musica tradizionale. Mentre ribadisce la vitalità della tradizione,
Incjans le dischiude così al contempo la possibilità di un dialogo
con scenari e registri espressivi più vasti e più contemporanei.
Nel corso della serata verrà presentato il progetto umanitario Africa Salutes
You. Grazie Mandela promosso da Cre-attivi e dal nipote di Nelson Mandela.

* in caso di maltempo: Teatro Comunale di Camino al Tagliamento

DIANA TORTO Cantante di estrazione jazzistica, Diana Torto ha collaboratocon alcuni tra i più prestigiosi musicisti italiani e stranieri.Tra gli altri: Kenny Wheeler, John Taylor, Enrico Rava, Paolo Fresu, Vince Mendoza, Mike Stern, Steve Coleman, Uri Caine, Enrico Pieranunzi, Gino Paoli. Nel corso della sua carrieraha tenuto concerti in Francia, Svizzera, Inghilterra, Germania, Austria, Polonia, Svezia, Norvegia, Olanda, Lussemburgo. Docente di canto e improvvisazione nei Conservatori di Milano, Bologna, Frosinone, Adria, Parma e all’Accademia Musicale Pescarese, tiene inoltre numerose masterclass in Italia. Particolarmente proficuo il suo sodalizio col jazzista italiano Paolo Damiani, avviato nel 1998 con Sconcerto, progetto di Damiani e Stefano Benni poi pubblicato in cd dall’etichetta Materiali Musicali-Il Manifesto, e proseguito, nel 2004, con l’incisione del cd di Paolo Damiani Ensemble Ladybird (2004), votato secondo Miglior disco italiano dell’anno dalla rivista Musica Jazz. Successo bissato con il successivo Al tempo che verrà, sempre intestato al Paolo Damiani Ensemble, votato Miglior cd del 2007 sia da Musica Jazz, che da Jazz Magazine. Negli ultimi anni Diana Torto ha
inoltre collezionato altre prestigiose collaborazioni. La prima
l’ha vista al fianco del leggendario trombettista canadese
Kenny Wheeler. La seconda, col pianista britannico John
Taylor, è stata suggellata dall’incisione del cd Triangoli (2009),
a proposito del quale l’autorevole critico del Guardian John
Fordham ha scritto: «Diana Torto è una cantante di immensa
classe e di sottile forza emozionale». Nel maggio del 2011, il
duo Torto-Taylor si esibirà alla Wimore Hall nell’ambito della
nuova rassegna jazz diretta da Brad Meldhau.
GLAUCO VENIER
Diplomatosi in organo e composizione al Conservatorio di Udine nel 1985, Glauco Venier si è successivamente avvicinato
alla musica jazz, che ha studiato a Milano e negli Stati Uniti.
Oggi docente presso il Conservatorio “Tomadini” di Udine, ha
inciso una decina di dischi a proprio nome e una trentina in qualitàdi sideman e ha tenuto numerose masterclass in molti paesi europei. Ha intrapreso tournée in Italia, Austria, Germania,Francia, Belgio, Spagna, Svizzera, Inghilterra, Repubblica Ceca, Slovenia e Croazia, Russia, Israele e USA.
Tra le numerose collaborazioni al suo attivo, in duo o in trio,
spiccano quelle con jazzisti di fama internazionale come Kenny
Wheeler, Lee Konitz, Enrico Rava, Paolo Fresu, Joey Baron e molti altri.

Tra le sue più rilevanti esperienze professionali vanno
citati due importanti lavori in qualità di arrangiatore: un omaggio
a Frank Zappa commissionato dal Teatro Comunale di Modena in occasione del decimo anniversario della scomparsa del compositore americano e un secondo lavoro dedicato al compositore
rinascimentale friulano Giorgio Mainerio, presentato con grande successo al Mittelfest di Cividale 2003. Fra i suoi numerosi progetti discografici è doveroso ricordare il cd Chamber Music, in trio con Norma Winstone e Klaus Gesing, pubblicato dalla Universal nel 2004. La collaborazione si è rinnovata nel 2008 con l’incisione del nuovo Distances, licenziato dalla leggendaria etichetta tedesca ECM, che ha ricevuto una nomination ai
Grammy Awards 2009 nella categoria “Vocal Jazz”.

Share
Tags:

Comments are closed.