Monday, 22 October 2018 - 05:58

Libri rari e prime edizioni di Dino Buzzati alla biblioteca civica di Belluno

Ago 25th, 2010 | By | Category: Arte, Cultura, Spettacoli, Pausa Caffè

E’ motivo d’interesse per bibliofili e appassionati cultori di libri rari il ricco patrimonio della Biblioteca civica di anche nel settore specialistico. Da diversi anni infatti è stata attuata una sistematica attività di acquisizioni basata su indagini nel mercato antiquario, diretta a colmare le lacune di prime edizioni e di altre rarità di autori bellunesi, che ha portato in biblioteca delle autentiche perle bibliografiche.
Quella che riguarda Dino Buzzati ad esempio, è diventata una collezione veramente importante, che comprende oltre alle prime edizioni dei suoi libri, numerose altre pubblicazioni italiane ora introvabili nel catalogo delle biblioteche bellunesi e, spesso, anche nel catalogo del Servizio Bibliotecario Nazionale.
Tra questi le sue prime opere “Bàrnabo delle montagne” del 1933 e il “Il Segreto del bosco vecchio” del 1935 editi dai F.lli Treves, firmate Dino Buzzati Traverso. Oppure il rarissimo opuscolo della Mostra di Bruno Munari del presso la Galleria Borromini di Milano del 1948 con uno scritto di Dino Buzzati. Così come la bella edizione di 325 esemplari numerati de “Il libro delle pipe” scritto da Dino Buzzati con Eppe Ramazzotti, con disegni degli autori incisi in legno da Giuseppe Molteni e pubblicato nel 1946 dall’editrice Antonioli di Milano o “In quel preciso momento” edito da Neri Pozza a Venezia nel 1950, il curioso “Anche per i cani un paradiso” di Enzo Grazzini con la prefazione di Dino Buzzati, edito da Nuova accademia del 1959. D’interesse anche il volume al quale fece la presentazione Buzzati nel 1960 “Le olimpiadi raccontano” a cura di Franco Grimaldi, pubblicato da Amz editrice di Milano. Particolare il libretto d’opera firmato da Dino Buzzati “Era proibito: opera in un atto, prima rappresentazione” Milano, Piccola Scala, 5 marzo 1963 con la musica di Luciano Chailly, pubblicato da Ricordi a Milano. Nella collezione si trova ora anche un dialogo di Buzzati nel volume “Trenta tavole dalla Divina Commedia” di Vaquero Turcios, delle edizione d’arte Ferrajolo di Roma del 1963. I preziosi cataloghi delle mostre “Dino Buzzati pittore, dal 14 al 26 maggio 1966, presso la Galleria Gian Ferrari di Milano; “Il gioco degli artisti: 461a mostra del Naviglio, dal 10 dicembre 1966 al 6 gennaio 1967”, Milano, Galleria del Naviglio; “Mostra del pittore Dino Buzzati”, Cortina d’Ampezzo, Galleria d’arte Medea 1967 e “Dino Buzzati: dal 5 ottobre al 24 ottobre 1968”, testi di Dino Buzzati e Bruno Alfieri, Brescia, Galleria d’arte Cavalletto 1968.
Altre pubblicazioni particolari recuperate con presentazione dell’Autore sono “60 caricature dal video” Milano, Ferro, 1966; “Miliardari in borghese” di Alfredo Pigna, Milano, Mursia, 1966; “Quattro piccole storie per quattro incisioni di Francesco Tabusso” a cura di Dino Buzzati, Milano, Edizioni Gian Ferrari, 1970; “Il figlio di Tarzan” di Edgar Rice Burroughs con presentazione di Dino Buzzati. Firenze, Giunti, 1971; il rarissimo “O ricciulillo (poesie napoletane) di Giuseppe Grieco con introduzione di Dino Buzzati. Verona Ed. d’Arte Ghelfi, 1971, copia n. 69 di un’ed. in 1000 copie numerate, le prime 100 copie su carta speciale, “L’ora delle lucertole: romanzo dell’anno 6.010.546.576 dopo Cristo di Aldo Pasetti, preceduta da un dialogo di Dino Buzzati. Milano, Bietti, 1971 e anche “Lascia o raddoppia: racconti di Dino Buzzati” Munchen, DTV, 1975. Per la parte artistica l’opera più importante acquisita rimane “Le gambe di Saint Germain” di Osvaldo Patani che contiene nove acquaforti-acquatinte a colori firmate da Dino Buzzati, Milano, Upiglio, 1973 nell’edizione di 150 esemplari numerati.

Share
Tags:

Comments are closed.