13.9 C
Belluno
lunedì, Luglio 13, 2020
Home Cronaca/Politica Mezzo milione di euro per la musica giovanile. Zorzato: "è un aspetto...

Mezzo milione di euro per la musica giovanile. Zorzato: “è un aspetto fondamentale della cultura”

Marino Zorzato
Marino Zorzato

La Regione interviene per promuovere e sostenere la musica giovanile. E’ stato infatti approvato dalla giunta regionale, su proposta del vicepresidente Marino Zorzato, il primo programma triennale di interventi che prevede l’assegnazione di oltre mezzo milioni di contributi, dando attuazione ad una recente legge regionale in materia (n. 8/2009). “Questa normativa – ha sottolineato Zorzato – ha come finalità la promozione e il sostegno della musica giovanile, basandosi sull’assunto che la musica rappresenta un mezzo di espressione artistica che costituisce, in tutti i suoi generi e manifestazioni, un aspetto fondamentale della cultura ed un bene di insostituibile valore sociale e formativo della persona. La musica è parte rilevante dell’universo dei giovani che non sono solo consumatori passivi, ma da un’indagine ISTAT risulta elevata la diffusione di alcuni comportamenti attivi come cantare, suonare o comporre”. Sulla base delle categorie di interventi individuati dalla legge, la programmazione regionale- elaborata grazie all’apporto di un gruppo di lavoro a cui hanno partecipato anche esperti di musica contemporanea delle università venete – si è posta come obiettivi, per quanto riguarda le spese di investimento, di sostenere interventi per la qualificazione di strutture destinate ad iniziative di ricerca, di produzione e di fruizione musicale, con priorità a quelle rivolte ai giovani ed in particolare interventi per l’allestimento di sale per la musica opportunamente attrezzate e insonorizzate, nelle quali i gruppi giovanili possano effettuare le prove, le registrazioni e le ricerche. Per le spese correnti, saranno sostenuti con contributo regionale, da un lato, gli interventi destinati a favorire iniziative dirette alla diffusione, sostegno e promozione della musica giovanile ed in particolare laboratori e sperimentazioni di musica giovanile che siano basati sulla ricerca musicale di nuove sonorità e di nuovi linguaggi espressivi musicali, realizzati da Conservatori, Università, Centri qualificati di studio e ricerca musicale. Dall’altro, iniziative di perfezionamento, mediante scambi interregionali e internazionali, di giovani, esecutori e operatori del settore musicale e di settori ad esso correlati realizzati da Conservatori, Università, Centri e Istituti qualificati di studio e ricerca musicale. Per quest’anno le domande dovranno essere presentate dai soggetti interessati entro 30 giorni dalla data di pubblicazione del provvedimento sul Bollettino Ufficiale.

Share
- Advertisment -



Popolari

Giochi in musica. Quattro lezioni dedicate ai bambini con la Filarmonica di Belluno

La scuola di musica della Filarmonica di Belluno, da sempre attenta alle esigenze formative in ambito musicale dei più piccoli, propone una serie di...

Interventi di soccorso

Belluno, 12 - 07 - 20 Alle 10.20 circa il Soccorso alpino di Pieve di Cadore è stato inviato dalla Centrale del 118, in...

Zecche. Scaggiante: “Negli ultimi 10 anni 700 casi di borreliosi nel Bellunese”. I consigli della Ulss 1 Belluno Dolomiti

L’Ospedale San Martino di Belluno è centro di riferimento per le patologie trasmesse da zecche. Renzo Scaggiante, direttore di Malattie infettive, dà qualche consiglio...

Apertura Pian Longhi. Bortoluzzi e Vendraminit: «Grande opportunità di rilancio; il Nevegal è importante per tutta la provincia»

«Il Nevegal ha enormi potenzialità turistiche e il riavvio della struttura di Pian Longhi rappresenta una grande opportunità per il rilancio del Colle. Auguriamo...
Share