13.9 C
Belluno
lunedì, Luglio 13, 2020
Home Cronaca/Politica Via libera dalla Regione al biodigestore del Maserot di Dolomiti Ambiente

Via libera dalla Regione al biodigestore del Maserot di Dolomiti Ambiente

Maserot
Maserot

Per noi un risultato importante, già venerdì presenteremo l’istanza per la modifica dell’AIA (autorizzazione integrata ambientale) – spiega il presidente di Dolomiti Ambiente, Giuseppe Luigi De Biasi – si tratta innanzitutto di prevedere un digestore anziché i due indicati dal progetto preliminare e sopratutto di introdurre i codici per il trattamento anche dei residui agroalimentari industriali e domestici, in sostanza i grassi e gli oli di frittura che spesso le famiglie smaltiscono impropriamente nel lavandino di casa e che invece daranno un contributo fondamentale al buon funzionamento del biodigestore”. “La decisione della commissione regionale ci consente di non passare per la VIA, cosa che avrebbe di fatto impedito il proseguimento dei lavori considerato che solo per ottenere l’autorizzazione integrata ambientale abbiamo dovuto aspettare 18 mesi – spiega De Biasi che poi stigmatizza – Dopo otto mesi cominciamo a respirare ma non è stato facile. Ci siamo ritrovati con pratiche non complete che rischiavano di far saltare il progetto del
biodigestore. Alcune problematiche, soprattutto di bilancio, sono state tamponate dall’ex presidente
Luciano Gesiot che ha dovuto ed è riuscito a rimediare errori di gestione e rimettere la società nel giusto binario. Noi, grazie alla grande collaborazione con la Provincia e la Regione che ci hanno seguiti passo dopo passo, e alla sinergia con l’Arpav, abbiamo risolto le problematiche tecnico-amministrative. L’ottimo risultato di oggi è merito di un lavoro di squadra tra noi, Provincia e Regione che forse prima non c’era. Ci resta da risolvere il problema del contenzioso pregresso con l’ ex direttore della società, che ci chiede 300 mila euro, e cercheremo in tutti i modi di non farlo pagare a tutti i bellunesi”.

Share
- Advertisment -



Popolari

Giochi in musica. Quattro lezioni dedicate ai bambini con la Filarmonica di Belluno

La scuola di musica della Filarmonica di Belluno, da sempre attenta alle esigenze formative in ambito musicale dei più piccoli, propone una serie di...

Interventi di soccorso

Belluno, 12 - 07 - 20 Alle 10.20 circa il Soccorso alpino di Pieve di Cadore è stato inviato dalla Centrale del 118, in...

Zecche. Scaggiante: “Negli ultimi 10 anni 700 casi di borreliosi nel Bellunese”. I consigli della Ulss 1 Belluno Dolomiti

L’Ospedale San Martino di Belluno è centro di riferimento per le patologie trasmesse da zecche. Renzo Scaggiante, direttore di Malattie infettive, dà qualche consiglio...

Apertura Pian Longhi. Bortoluzzi e Vendraminit: «Grande opportunità di rilancio; il Nevegal è importante per tutta la provincia»

«Il Nevegal ha enormi potenzialità turistiche e il riavvio della struttura di Pian Longhi rappresenta una grande opportunità per il rilancio del Colle. Auguriamo...
Share