13.9 C
Belluno
giovedì, Aprile 9, 2020
Home Cronaca/Politica Interruzione dell'erogazione dell'acqua mercoledì ad Agordo ed intervento a Santa Giustina

Interruzione dell’erogazione dell’acqua mercoledì ad Agordo ed intervento a Santa Giustina

Gestione Servizi Pubblici informa che mercoledì 28 luglio dalle 23.30 fino alle ore 10 di giovedì 29 luglio potrebbe mancare l’acqua in varie località di Agordo: Col di Foglia, Veran, Crostolin, Nagol, Pragrande, Tocol e zona industriale Taibon-Nogarola, Ronch de Buosc. L’intervento, eseguito interamente da Veneto Strade spa in stretto raccordo con GSP, si rende necessario per mettere in funzione un nuovo tratto di rete acquedottistica di adduzione – circa 220 metri di tubo in acciaio del diametro di 200 mm – posata circa una settimana fa durante l’esecuzione dei lavori per la realizzazione dello svincolo di Taibon sulla S.R. 203 Agordina: la vecchia condotta, che interferiva con l’esecuzione dei lavori in corso, verrà dismessa la notte stessa del 28 luglio. Non è comunque prevista la totale sospensione dell’erogazione dell’acqua, pur trattandosi di un tratto di condotta importante che, dalla Val Corpassa, va ad alimentare vari serbatoi acquedottistici. Per limitare al minimo i disagi alla popolazione servita – circa un migliaio di utenze – il lavoro sarà eseguito in ‘notturna’.

Intervento a Santa Giustina
Intervento in emergenza, nel fine settimana, al serbatoio acquedottistico di Campel a Santa Giustina. Un guasto ai quadri elettrici e agli impianti di pompaggio che garantiscono l’approvvigionamento idrico nei due serbatoi di Campel e Campel Alto hanno lasciato, domenica mattina, senz’acqua circa una ventina di utenze.
Tempestivo l’intervento di GSP che nella mattinata di domenica ha provveduto mettere a disposizione dei residenti un’autobotte con acqua potabile posizionata nella piazzetta di Campel vicino alla sede degli Alpini.
Sul posto, già da sabato, è all’opera il personale di GSP che ha provveduto ad effettuare le prime riparazioni e a rimuovere le apparecchiature danneggiate (due quadri elettrici che comandano il funzionamento degli impianti e una pompa). Nel corso della settimana saranno installati i nuovi quadri elettrici e la pompa riparata.
Non sono ancora note le cause che portano ‘a singhiozzo’ l’energia elettrica ai due impianti di pompaggio determinandone il malfunzionamento. Nel pomeriggio di oggi verranno effettuate apposite fotografie termiche a raggi infrarossi in grado di rilevare eventuali surriscaldamenti.
Nella mattinata odierna, comunque, il serbatoio di Campel ha ripreso a funzionare mentre qualche disagio resta per la zona di Campel Alto, al quale, al momento, sta arrivando gradualmente l’acqua.
L’autobotte resterà a disposizione anche per i prossimi giorni, fino a quando non sarà completamente ripristinato il regolare funzionamento dei serbatoi.

- Advertisment -

Popolari

#iorestoacasa ma supporto le attività locali. Un sito per le consegne a domicilio in Provincia di Belluno

Lo scopo del sito consegneadomiciliobelluno.it si spiega già dal nome: un luogo dove raccogliere gratuitamente tutte le attività che consegnano a domicilio in provincia...

Piccole imprese artigiane. De Carlo concorda con Confartigianato: “Concedere loro di riaprire è l’unica possibilità per non farle morire”

“Fermo restando la priorità di tutelare la salute di tutti e di adeguarsi alla normativa anti Covid-19, non si può non ascoltare l’appello accorato...

Comparto moda in ginocchio. Zampieri: “Protraendosi l’emergenza, il calo può arrivare anche a -50%”

Questa crisi è planetaria e, dopo quella petrolifera del 1973, sta mettendo in ginocchio l’intero sistema economico, sul fronte della domanda e dell’offerta, ed...

Confronto Stato – Comuni. Massaro: «5 miliardi al più presto ai comuni italiani. Senza fondi, chiudiamo i servizi»

Il presidente nazionale di Anci, Antonio Decaro, e dell'Unione Province Italiane, Michele de Pascale, hanno abbandonato ieri la Conferenza unificata convocata dal Ministro per...