13.9 C
Belluno
domenica, Maggio 31, 2020
Home Lavoro, Economia, Turismo Appia: stress lavoro-correlato, richiesta la proroga dei termini

Appia: stress lavoro-correlato, richiesta la proroga dei termini

Maurizio Ranon direttore Appia
Maurizio Ranon direttore Appia

Entro il 1 agosto 2010 i datori di lavoro  dovranno rilevare – lo prevedono  gli articoli 28 e 29 del D.lgs 81/08 – i fattori di rischio derivati dallo stress lavoro-correlato che andranno poi allegati al documento di valutazione dei rischi unitamente alle modalità che l’azienda intende adottare per controllare tali fattori. “ Va sottolineato, fa notare il direttore dell’APPIA Maurizio Ranon, che si tratta di un adempimento non semplice  anche perché non sono ancora state emanate, da parte Commissione Consultiva permanente per la Salute e Sicurezza sul Lavoro, le indicazioni necessarie alla valutazione di tale tipologia di rischio.  Questo ha determinato, per le sole Amministrazioni Pubbliche, il differimento dei termini per la valutazione dello stress lavoro correlato al 31 dicembre 2010 creando una evidente disparità di trattamento tra settore pubblico e settori lavorativi del privato.“ La CNA assieme alle altre associazioni aderenti a Rete Imprese Italia ha presentato un emendamento che chiede l’estensione della proroga anche alle imprese private interessando della questione direttamente il Ministro del Lavoro, On. Sacconi. Nell’attesa dell’auspicata proroga l’Appia Servizi in collaborazione con medici e psicologi ha programmato una serie di incontri con le imprese nel corso dei quali oltre ad illustrare gli obblighi richiesti dal Decreto sarà distribuito ai partecipanti un modello di rilevazione/intervento. Tale documento, rispettoso delle linee guida ISPESL ma attento anche alle specificità aziendali, consentirà di valutare l’impatto delle prescrizioni normative che possono determinare la necessità di redigere un’ autocertificazione o il documento di valutazione dei rischi. Gli incontri che avranno inizio tutti dalle ore 18 si terranno; il 5 luglio a Feltre presso l’Hotel Casagrande; il 6 luglio ad Agordo nella sala riunioni dell’APPIA; il 7 luglio a Belluno nella sala riunioni di via San Gervasio 13 ed, infine,  l’8 luglio a Calalzo di Cadore presso Hotel Ferrovia.

Share
- Advertisment -

Popolari

Auronzo. La giunta mette a disposizione 500mila euro del Fondo Comuni Confinanti per l’emergenza covid-19

La giunta comunale di Auronzo di Cadore ha convocato in Sala consiliare i presidenti delle Regole, dell’Ente Cooperativo, del Consorzio Turistico, dello Iat, del...

Vishing, la nuova frode informatica segnalata dalla Polizia Postale. Finti operatori di società emittenti carte di credito chiedono i nostri dati sensibili o bancari

E' un nuovo tipo di frode informatica. E' stata denominata "Vishing" perché cambia poco dal phishing o dallo smishing se non nel metodo utilizzato...

Commercialisti contro le affermazioni di Saviano. Marrone:”Frasi di una gravità assoluta”

“Le affermazioni di Roberto Saviano sono di una gravità assoluta: sostenere che i commercialisti italiani segnalano alla criminalità le aziende in crisi è quanto...

Dal 1° agosto, in tutta Italia, via ai saldi estivi. Zampieri: “Belluno si è sempre espressa per la totale liberalizzazione dei saldi per fronteggiare...

I saldi estivi quest’anno inizieranno il 1° agosto. “Prima dell’emergenza Coronavirus – afferma il presidente di Federazione Moda Italia di Confcommercio Belluno, Vittorio Zampieri -...
Share