Friday, 20 September 2019 - 13:49
direttore responsabile Roberto De Nart

Ospedale di Pieve di Cadore: nuova area materno-infantile operativa dalla prossima settimana

Giu 3rd, 2010 | By | Category: Prima Pagina, Sanità

Entrerà in funzione la prossima settimana la nuova area materno-infantile dell’ospedale di Pieve di Cadore, inaugurata oggi dal direttore generale dell’Ulss di Belluno Ermanno Angonese. Tre milioni e trecentomila euro di investimenti per la ristrutturazione e l’adeguamento degli spazi. La prima fase dell’intervento si è conclusa nell’aprile scorso e prevedeva   la sistemazione dell’ala est dell’ospedale, destinata ad area materno-infantile. In particolare, nell’Unità Operativa di Pediatria sono stati realizzati sei posti letto in camere doppie e un posto letto per isolato, tutte con servizio igienico proprio. Il nuovo reparto è dotato di tutti gli spazi accessori e di servizio come lo studio medico, il locale per le patologie neonatali, il locale infermieri, il locale caposala, la medicheria, i depositi, i locali sporco e pulito, l’office ed il blocco servizi igienici. E’ stato realizzato anche il nido con un’area per l’allattamento e una per i visitatori. Nell’Unità Operativa di Ostetricia e Ginecologia sono invece sette i nuovi posti letto, distribuiti in tre camere doppie e una singola, anche in questo caso tutte con servizio igienico proprio. Nuova anche la sala parto, con annessa sala travaglio ed un ulteriore locale destinato al monitoraggio. Anche l’impiantistica di tutta l’area ristrutturata risulta completamente nuova, eseguita secondo le più moderne tecniche.
La seconda fase dell’intervento, che presumibilmente inizierà a settembre e durerà poco più di un anno, prevede la realizzazione di sei nuovi ambulatori per l’area di Ostetricia e Ginecologia e di sei nuovi posti letto (4 in camere doppie e 2 in camere singole) per la Psichiatria.  L’Unità sarà dotata di spazi accessori e di servizio quali l’ambulatorio medico, l’infermeria, la stanza per la caposala, la cucina, il soggiorno pranzo, il bagno assistito, il locale deposito, il locale archivio ed il blocco servizi igienici. Ogni stanza sarà dotata di proprio servizio igienico.
Si tratta di un investimento importante che dimostra ancora una volta l’attenzione dell’azienda sanitaria per i suoi ospedali periferici.

Share
Tags:

2 comments
Leave a comment »

  1. Tre milioni e trecentomila euro buttati via e praticamente rubati ai contribuenti visto che dal 01/07/2010 se arriva una gestante in travaglio il sabato e la domenica viene dirottata all’ospedale S. Martino di Belluno.
    In sostanza, “donne dell’alta montagna bellunese, cadore, comelico e ampezzo, non azzardatevi a partorire sabato e domenica!!! E se vi capita di avere il termine d’inverno…auguratevi che non ci sia troppa neve sulle strade per raggiungere Belluno o S. Candido!”
    Sono una mamma che si è vista portare via la figlia appena nata per due giorni interi in quanto il reparto di pediatria non garantisce il servizio per mancanza di medici pediatri il sabato e la domenica notte e io ho avuto la sfortuna di partorire il giorno di Pasqua del 2009. Un trauma fortissimo per me e per mia figlia che aveva bisogno semplicemente di un 3% in più di ossigeno rispetto a quello presente nell’aria e quindi dell’incubatrice.
    Riassumeno: pediatria dalle 20 del sabato fino alle 8 del lunedì non dà il servizio e ginecologia/ostetricia sabato e domenica non fa partorire.
    Cosa dobbiamo pensare noi cittadini? Dopo aver speso tutti questi soldi….quando chiuderà tutto l’ospedale di Pieve di Cadore??

  2. PROPIO RECENTEMENTE HO PORTATO IL MIO PRIMOGENITO IN OSPEDALE A PIEVE DI CADORE E SONO RIMASTA PIACEVOLMENTE COLPITA DAL NUOVO REPARTO DI PEDIATRIA MA….DEVO DIRE CHE SONO STATA MOLTO FORTUNATA IN QUANTO IL PEDIATRA DOVEVA ANCORA TERMINARE IL SUO TURNO !!!!!!
    L’ANNO SCORSO SONO STATA RICOVERATA CON MIA FIGLIA PER UN BEL PO……RIMANEVO DAL LUNEDI AL VENERDI A PIEVE E I WEEK-END……MI TRASPORTAVANO IN AMBULANZA A BELLUNO….CHIARAMENTE PER MANCANZA DI PEDIATRI!!!!!
    QUINDI CARE MAMME E CARI PAPA’PROGRAMMATE TUTTI LE MALATTIE DEI VOSTRI SOLO ED ESCLUSIVAMENTE DURANTE LA SETTIMANA ENTRO LE 20,00 DI SERA,
    PROGRAMMATE I PARTI SEMPRE DAL LUNEDI AL VENERDI SERA ENTRO LE 20,00;

    ALLORA IO MI CHIEDO….:MA PERCHè SONO STATI INVESTITI TUTTI QUESTI SOLDI PER POI NN AVERE PEDIATRI?
    STORIE DA STRISCIA LA NOTIZIA……