13.9 C
Belluno
mercoledì, Aprile 8, 2020
Home Lettere Opinioni Verso un pensiero unico, di Francesco Masut Pd Cavarzano

Verso un pensiero unico, di Francesco Masut Pd Cavarzano

Il giorno dopo la chiusura delle elezioni è entrato in vigore senza preavviso un decreto ministeriale che sopprime le agevolazioni postali per l’editoria e le organizzazioni non governative no profit.
E’ un decreto di inaudita gravità contro il pluralismo democratico dell’informazione.
Si profila la chiusura di molti giornali profondamente radicati nella storia e nella cultura e nel territorio del nostro paese con conseguente perdita di posti di lavoro. La misura colpisce una miriade di pubblicazioni che, rompendo il monopolio del pensiero unico mediatico e televisivo, introducono nella società varianti culturali importantissime e costituiscono una delle maggiori ricchezze del Paese. Ma se c’è una cosa che è sotto gli occhi di tutti, è che in Italia “c’è fin troppa libertà di stampa”. La battuta è stata pronunciata da Berlusconi davanti ad Angel Gurria, segretario generale dell’Ocse. Peccato che il rapporto di Freedom House, abbia relegato l’Italia al 72esimo posto nella classifica mondiale e al 24esimo tra le 25 nazioni dell’Europa occidentale, definendola un paese “partly free”», cioè parzialmente libero.
Francesco Masut – Circolo Pd cavarzano

- Advertisment -

Popolari

Contributi alla collettività dai 4 Quartieri, Palio di Feltre e Sbandieratori

In questo periodo di incertezza e di tanti dubbi sul futuro sanitario ed economico di noi tutti, il mondo del Palio di Feltre fa...

Pasqua a domicilio: i prodotti locali arrivano nelle case dei bellunesi

A servizio dei clienti: le aziende di Confartigianato Imprese Belluno, legate al settore alimentare, sono pronte ad arricchire la “Pasqua in quarantena”. E a...

Pasqua 2020, l’abbraccio a distanza degli studenti del Lollino

Tutti uniti, anche se lontani. Gli studenti, gli insegnanti e il personale del Liceo Lollino Classico e Scientifico si sono dati appuntamento in rete,...

Le proteste di Hong Kong: una vecchia storia di terreni, soldi e potere  * di Aldo Constantini

Nonostante Hong Kong sia a circa 9.100 km, le proteste hanno suscitato anche in Europa forte attenzione e forse altrettanta considerevole confusione. Attenzione, poiché...