Saturday, 20 July 2019 - 02:23

“A bocca aperta”: venerdì 28 maggio i luoghi più suggestivi del centro storico di Belluno faranno da palcoscenico a una cena errante di grande suggestione

Mag 15th, 2010 | By | Category: Appuntamenti, Pausa Caffè, Società, Associazioni, Istituzioni

Fervono i preparativi per “A bocca aperta”, evento in programma per la serata di venerdì 28 maggio e ideato con l’obiettivo di far scoprire le meraviglie artistiche della città di Belluno e la qualità della tradizione gastronomica dell’intera provincia. Comune di Belluno, Ascom, Consorzio Belluno Centro Storico e Club Papillon hanno organizzato insieme agli chef del Gruppo Ristoratori una vera e propria cena, con tanto di menù di cinque portate, che si svilupperà in varie tappe ospitate nei luoghi più suggestivi della città, alcuni dei quali verranno eccezionalmente aperti al pubblico proprio per questa occasione speciale. Così, se l’antipasto “Gioielli dolomitici e Piave stagionato a scaglie” verrà servito nel Chiostro del Seminario gregoriano, l’antipasto “Polentina di mais sponcio e ragù di coniglio alla bellunese con funghi” sarà presentato sulla terrazza del Duomo, dalla quale si gode di una splendida veduta sul Piave. Per assaggiare il “Raviolo di patate di Cesiomaggiore ripieno di ortiche” ci si sposterà invece sotto i portici del Monte di Pietà, mentre al momento dei secondi, quando entreranno in scena l’“Agnello e il maialino cotti nel fieno”, l’appuntamento sarà ai portici della Prefettura. Finale in dolcezza nel pittoresco giardino del Torrione, con la “Mousse di ricotta di capra ai piccoli frutti e cremoso ai due cioccolati e lamponi”. Ogni piatto sarà accompagnato dalla descrizione del luogo in cui sarà servito. Inoltre, gli alunni della Scuola di Musica “Miari” renderanno più suggestivo il percorso con il loro accompagnamento musicale. Il soprano Adriana Goncalves Moreira allieterà i partecipanti con il suo canto lirico. Non mancherà, naturalmente, il vino Docg e Doc di alcuni produttori dell’Altamarca Trevigiana: dalle bollicine del Prosecco ai vini rossi del Montello e dei Colli Asolani. Gran cerimoniere della serata sarà Paolo Massobrio, giornalista enogastronomico autore di numerosi libri e pubblicazioni sul tema del gusto e fondatore del Club Papillon, associazione nazionale che conta oltre 6 mila soci e oltre 50 sedi sparse in Italia, di cui una anche a Belluno. “L’iniziativa – commenta il sindaco di Belluno Antonio Prade – ha il sapore della novità, poiché non è mai stato fatto nulla di simile. La città farà da risonanza alla grande arte della cucina espressa dai nostri cuochi, eccellenti professionisti, capaci di utilizzare e valorizzare in modo geniale i prodotti locali. E mi piace anche ricordare che tutto avverrà nel centro storico della città, che ha la pretesa di poter rappresentare dal punto di vista dell’ospitalità una realtà territoriale più vasta che abbraccia l’intera provincia”.

Share
Tags:

Comments are closed.