13.9 C
Belluno
martedì, Luglio 14, 2020
Home Prima Pagina Sanità: Veneto protagonista della settimana mondiale delle allergie alimentari

Sanità: Veneto protagonista della settimana mondiale delle allergie alimentari

Il Veneto è protagonista di numerose iniziative nell’ambito della Settimana Mondiale dell’Allergia Alimentare che si svolge in questi giorni, a cura del Centro di Specializzazione Regionale per lo Studio e la Cura delle Allergie e delle Intolleranze alimentari dell’Azienda Ospedaliera di Padova, in collaborazione con l’Associazione Italiana Allergie Alimentari – “Food Allergy Italia”. Tre gli appuntamenti principali: mercoledì 12, con inizio alle 18.30 presso il Centro Culturale S. Gaetano in via Altinate 71 a Padova, alla presenza dell’Assessore regionale alla Sanità Luca Coletto, è fissata una Conferenza aperta alla cittadinanza sul tema “Nuove prospettive e strategie di gestione”; giovedì 13, con inizio alle 15.00 presso l’Unità di Epidemiologia e Medicina di Comunità in Via Donà 11 a Padova, si terrà il meeting di apertura del Progetto di Sorveglianza Epidemiologica dell’Anafilassi inserito dalla Regione tra i Progetti di Ricerca Sanitaria Finalizzata; sabato 15 maggio, infine, giornata dedicata ai medici, con un corso interattivo che si terrà presso l’Aula Magna del Dipartimento di Pediatria dell’Azienda Ospedaliera patavina. “Si tratta – sottolinea Coletto – di un’iniziativa che gode del massimo appoggio della Regione, perché siamo di fronte a situazioni che possono indurre conseguenze anche molto gravi. E’ quindi molto importante che si agisca con forza sul piano della prevenzione, della conoscenza delle patologie e dei metodi e comportamenti per scongiurare conseguenze acute. La Regione Veneto ne è tanto consapevole che sin dal 2003 eroga la “penna salvavita” con adrenalina e dal 2004 svolge corsi dedicati al personale scolastico di tutte le scuole per formare insegnanti e personale alla gestione delle allergie alimentari e al trattamento delle emergenze”. In Veneto sono più di 55.000 gli under 18 allergici ai cibi e 23.000 i bimbi fra zero e 5 anni allergici ad uno o più alimenti: 8.500 al latte vaccino; 7.000 alle uova; 4.000 alle noci, nocciole e arachidi; 3.500 ad altri alimenti come pomodoro, grano, soia, crostacei, frutta e verdura. Una reazione allergica grave su tre avviene alla scuola materna o elementare. Solo nell’ultimo anno sono oltre 2000 gli operatori scolastici veneti che hanno partecipato ai corsi.

Share
- Advertisment -



Popolari

Valorizzazione delle falesie del Nevegal. Marco Bogo: «Collaborazione con associazioni e Cai per il recupero sportivo e ambientale»

Valorizzare le falesie già conosciute e recuperare ambientalmente e sportivamente quelle meno note, con la collaborazione delle associazioni e dei comuni del comprensorio del...

Perché nessuno ne parla? Interpellanza di Fabio Bristot ‘Rufus’ sulla nuova caserma dei Vigili del Fuoco

NEL 2009 (duemila-e-nove!!) VENGONO ASSEGNATI I LAVORI PER LA REALIZZAZIONE DELLA NUOVA CASERMA DEI VIGILI DEL FUOCO. NEL 2020… CON GIA’ QUALCHE SOTTOSERVIZIO NON...

Il Rifugio Averau certificato tra “I cieli più belli d’Italia”per l’Astroturismo. Il 20-21 luglio celebra “Lo Sbarco sulla Luna”

Nel cuore delle Dolomiti c’è un suggestivo rifugio di montagna in cui poter tornare ad ammirare il cielo stellato e la Via Lattea: il...

Recuperati due escursionisti sulla Ferrata degli alleghesi

Val di Zoldo (BL), 13 - 07 - 20    Attorno alle 18 è scattato l'allarme per una coppia di escursionisti che, ormai quasi...
Share