Wednesday, 18 July 2018 - 03:21

Inaugurazione della mostra di Sebastiano Ricci con rinfresco in piazza delle Erbe

Mag 1st, 2010 | By | Category: Arte, Cultura, Spettacoli, Prima Pagina
Chiesa di San Pietro a Belluno

Chiesa di San Pietro a Belluno

E’ stata inaugurata ieri sera (venerdì 30 aprile) nell’antica chiesa di San Pietro nel centro storico di Belluno, la mostra del pittore bellunese Sebastiano Ricci. Che si articola a Belluno nella cappella Fulcis all’interno della chiesa di San Pietro, in Crepadona e al Museo civico. E a Feltre al Museo Diocesano di Arte sacra. E rimarrà aperta fino al 29 agosto. La cerimonia è iniziata con un brano di musica classica del Vivaldi, eseguito dagli allievi della Scuola di musica “Ricci”. Dopodiché la conduttrice Barbara Paolazzi ha dato la parola al sindaco di Belluno Antonio Prade, quindi all’assessore Daniela Templari per la Provincia, e di seguito a tutti i rappresentanti delle istituzioni che hanno contribuito alla realizzazione della mostra. Tra cui il Comune di Feltre, la Soprintendenza per i beni storici e artistici, la Diocesi di Belluno e Feltre, la Fondazione Cariverona, l’Enel e la Regione Veneto.  E’ seguito un ricco buffet in piazza delle Erbe e l’apertura alle ore 20 di Palazzo Crepadona dove, oltre ai dipinti del ciclo di palazzo Fulcis (quello in via Roma), è esposta la Testa della Samaritana proveniente dal salone di Villa Belvedere (o Villa Marson, quella sopra la stazione ferroviaria), unico dipinto sopravvissuto alla distruzione nei secoli scorsi ad opera di uno dei proprietari della Villa, che si riteneva perseguitato dalla presenza degli affreschi di Sebastiano Ricci. Che comunque è possibile vedere da un’antica riproduzione esposta nelle sale del Museo civico, insieme alla più celebre Caduta di Fetonte, proveniente dai soffitti del “camerino Fulcis” nel settecentesco palazzo in via Roma. Alla manifestazione, la cittadinanza ha partecipato compatta riempiendo prima la Chiesa di San Pietro, e poi riversandosi in piazza delle Erbe per la festa. Un po’ meno numerosi i visitatori a Palazzo Crepadona e al Museo.

Share
Tags:

Comments are closed.