Wednesday, 22 August 2018 - 03:27

Provincia: sottoscritto il contratto integrativo dei dipendenti di Palazzo Piloni per il 2009. Soddisfatto l’assessore De Gan e il segretario provinciale della Uil Comacchio

Apr 24th, 2010 | By | Category: Lavoro Economia Turismo, Prima Pagina
Stefano De Gan assessore provinciale

Stefano De Gan assessore provinciale

«In appena otto mesi di amministrazione siamo andati a chiudere quanto ci era stato lasciato in pesante “eredità” dalla precedente amministrazione – ha spiegato l’assessore – . Dopo aver sistemato le pratiche relative al 2008 e al 2009, possiamo ora guardare ad un nuovo inizio con i contratti per il 2010». Esprimiamo la nostra soddisfazione  perché si è chiuso un contratto mantenendo le risorse storiche – ha commentato Gino Comacchio, segretario provinciale della Uil – . Per la prima volta è stata anche fatta una programmazione che guarda al triennio, assolvendo così la reale portata incentivante della contrattazione. Un’operazione dal lungo respiro che mira a premiare il merito e consente di poter lavorare meglio». In linea col segretario anche il coordinatore Rsu della Provincia, Marco Zucco: «In un contesto generale in cui il pubblico impiego non viene considerato per il valore che nella realtà crediamo abbia, la contrattazione con l’amministrazione provinciale si è svolta positivamente., riconoscendo i meriti e le capacità dei dipendenti, e gratificandoli con una premialità pluriennale che potrà, anche se solo in parte, sopperire alle sempre minori risorse stanziate dalla contrattazione nazionale». «Per quanto è stato fatto, il ringraziamento va soprattutto alla struttura dell’amministrazione del personale interna della Provincia di Belluno. Ma un sincero grazie va ricolto anche alle rappresentanze sindacali per aver sopportato il ritardo che abbiamo entrambi ereditato dalla precedente amministrazione – ha concluso De Gan – . L’operazione che abbiamo condotto va ad aggiungere un tassello in più nell’operato dell’attuale amministrazione provinciale che non ha voluto perdere ulteriore tempo nel risolvere questioni che si trascinavano da parecchi mesi».

Share
Tags:

Comments are closed.