Saturday, 24 February 2018 - 12:18

L’onorevole Bampo scrive al presidente della Provincia Bottacin chiedendo che Belluno venga coinvolta nelle scelte della Regione

Apr 19th, 2010 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

Lettera aperta al Presidente della Provincia Bottacin e, per conoscenza, alle Forze Politiche presenti in Consiglio provinciale, affinchè sia indetta la riconvocazione degli Stati Generali di uno.
Caro Presidente,
Ho letto dei tuoi buoni rapporti con il neo Governatore Zaia, sì, proprio quello che, dichiarandosi a favore dei territori di montagna, per la prima volta, dopo 40 anni, con brillante coerenza, non concede un assessore regionale a , dovendo egli accontentare invece gli appetiti delle segreterie dei partiti. Ho letto anche delle sue poco simpatiche “arrampicate sugli specchi” per tentare di giustificare le proprie posizioni (sicuramente si tratta tutto di una montatura della stampa per gettare discredito sulla nuova era regionale (sic!)). Ho letto, inoltre, della promessa dei regalini che egli vuol fare ai nostri rappresentanti in Regione per “tenerci buoni”ed ho letto, soprattutto, della sibillina rivelazione fatta ai mass media circa l’esistenza di un suo, mai prima annunciato, progetto per , di cui non può fare anticipazioni , ma che presto svelerà.(!?!?….evito i commenti sul comportamento) Il fantomatico progetto sarà un regalo (o forse un tentativo di rifusione danni) ai bellunesi. Sarà per noi, comunque, sicuramente una sorpresa…speriamo gradita, anche se di questi tempi le sorprese ricevute dai cittadini da parte del Governo, sono state abbastanza sconcertanti. Per evitare equivoci, sono però, con la presente, a chiederti di intervenire presso il Governatore affinchè tenga in considerazione che, a dir la verità, i bellunesi sarebbero un pochino stufi di piatti che sono serviti a tavola senza essere stati richiesti. Vorrebbero poter sceglier le pietanze che poi dovranno mangiare. Prova dire al Presidente della Regione che non si sprema troppo le meningi alla ricerca di scoprire l’acqua calda, (per individuare le nostre necessità), non vorremmo essere noi, infatti, la causa di suoi eventuali mali di testa, perché possiamo eventualmente dargli i dovuti suggerimenti per evitarli). Sarebbe anche bene che rivelasse quale sia almeno l’idea alla base del suo “progetto”, (se questo esiste!) e sarebbe bene che, per evitare, oltretutto, imbarazzanti retromarce, prima di elaborare e concretizzare qualsiasi ipotesi, tenesse in considerazione il lavoro a suo tempo svolto in merito alla situazione provinciale, (pur con i limiti politici impliciti), dai cosiddetti “Stati Generali bellunesi”. Questi avevano elaborato una piattaforma di aspettative del nostro territorio nei confronti delle Istituzioni e della politica. Nel caso in cui caso a Zaia interessasse essere anche nostro interlocutore e non solo il decisore del nostro destino, ti prego di suggerirgli l’ipotesi “Stati Generali”, affinchè il presunto progetto non nasca privo della collaborazione dei bellunesi. Auspico pertanto che, nella tua veste di massimo responsabile della nostra terra e della nostra gente, tu voglia invitare ad una nuova assemblea i maggiorenti e responsabili provinciali degli “Stati Maggiori” e verificare con loro l’attualità della piattaforma a suo tempo redatta, alla luce delle nuove situazioni locali e nazionali. Augurandomi che tu voglia condividere il mio pensiero, spero quindi che le Forze politiche presenti in consiglio provinciale non siano costrette, con un atto di indirizzo, a rammentarti quanto sopra. Grato per quanto farai, ti saluto cordialmente
Paolo Bampo, pBL-PAB BL, 19.04.2010

Share
Tags:

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.