Saturday, 18 November 2017 - 02:34

Archivio di Stato: giovedì 22 apre la mostra documentaria “Salir sempre salir… Gli esordi turistici della montagna bellunese: neve, auto, bici 1926-1956”

Apr 19th, 2010 | By | Category: Arte, Cultura, Spettacoli, Pausa Caffè

Anche quest’anno in occasione della XII Settimana della Cultura l’ dà vita a un’iniziativa culturale rivolta alla cittadinanza e al pubblico dei frequentatori non abituali. Si tratta di una mostra, dal titolo “Salir sempre salir… Gli esordi turistici della montagna bellunese: neve, auto, bici. 1926-1956”, che intende illustrare un momento forse poco studiato, ma di rilievo fondamentale nella storia politica, sociale ed economica della Provincia. Verranno esposti documenti di sicuro interesse e grande impatto visivo. Alla manifestazione partecipano, con il prestito di propri documenti, foto e oggetti museali anche la Fondazione Giovanni Angelini Centro studi sulla Montagna e l’Automobile club di Belluno. Un consistente apporto viene anche dal fotografo Giovanni Frescura di Feltre. Il percorso espositivo prenderà le mosse dalle prime esplorazioni della regione dolomitica nella seconda metà dell’Ottocento e dalla produzione bibliografica relativa alle prime guide alpinistiche della montagna bellunese. Sarà dato rilievo al ruolo trainante della ferrovia – nei due assi principali Padova-Feltre-Calalzo e Venezia-Fadalto-Calalzo, con le diramazioni per Agordo e per Cortina (oggi ormai inesistenti) – nel favorire l’afflusso di villeggianti dalla pianura verso i centri che s’andavano affermando come stazioni turistiche.  Gli sport invernali, grazie all’organizzazione di gare di fondo, discesa e slittino furono veicolo di promozione turistica anche di piccoli centri, che diversamente sarebbero rimasti estranei ai flussi principali. Al culmine di questa attività i Giochi olimpici invernali di Cortina del 1956. Un significativo contributo al turismo e alla conoscenza del territorio viene dalla Coppa d’oro delle Dolomiti (1947-1956), gara automobilistica da qualche anno riscoperta, che ebbe illustri precedenti negli anni Venti. Passi e strade alpine bellunesi sono anche percorsi pressoché ogni anno dalla carovana del Giro d’Italia. Dunque il binomio sport e turismo rappresenta il filo conduttore della mostra, che sarà ospitata per la prima volta nei suggestivi spazi della ex chiesa di Santa Maria dei Battuti, il cui restauro si va concludendo proprio in queste settimane, anche grazie al sostegno della Fondazione Cariverona.  L’inaugurazione avrà luogo giovedì 22 aprile, alle ore 17.30. L’esposizione proseguirà poi fino al 7 maggio, dal lunedì al venerdì con orario 9.30-13.00 e anche nei pomeriggi di lunedì, mercoledì e giovedì, dalle 15.30 alle 17.30. È prevista, altresì, un’apertura straordinaria il 1° maggio (9.30-14.30).

Share
Tags: ,

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.