Saturday, 21 April 2018 - 19:14

MBA League: peccato per l’Agordo che chiude sotto, il Ponte di Piave passa con ben due squadre ai Quarti

Apr 10th, 2010 | By | Category: Eventi, sport, tempo libero, Pausa Caffè

Quarti di Finale MBA League 2010, organizzata da ASD Fratelli Manfroi. In questa settimana è terminato il girone PlayOut, vinto a sorpresa dai Trade di Ponte di Piave che hanno avuto la meglio nientemeno che su Agordo! Il Locura Trade di Ponte di Piave ha avuto così accesso ai Quarti di Finale, assieme a Quero, , Cesiomaggiore, Pederobba, Nevegal, Vodo di e ai cugini del Locura Top.
Questo il dettaglio dei risultati della finale PlayOut e dei Quarti di Finale MBA 2010:
Locura Trade Ponte di Piave VS Ice Men Agordo: 7-3 (andata) / 4-6 (ritorno)
Locura Trade Ponte di Piave VS Offside Piave Team: 6-4 (andata) / 2-8 (ritorno)
Bar Palada Vodo di Cadore VS Locura Top Ponte di Piave: 1-9 (andata) / 1-9 (ritorno)
88 Scarsi Cesiomaggiore VS Antico Caffè Slalom Nevegal: 8-2 (andata) / 8-2 (ritorno)
Fox Team Covolo di Pederobba VS Bar Fornaci Umin di Feltre: 4-6 (andata) / 3-7 (ritorno)
La cronaca delle partite:
Locura Trade Ponte di Piave VS Ice Men Agordo: 7-3 (andata) / 4-6 (ritorno)
Da non credere, Agordo strafavorita va ancora una volta a soffrire sul campo ostico di Ponte di Piave! Già l’anno scorso
questo campo è costato l’accesso alle semifinali agli agordini, ma stavolta contro la seconda squadra di Ponte di Piave sembrava
non dovessero esserci problemi per gli attrezzatissimi Ice Men. Invece solo la coppia Buttol-Lena sembra aver imparato la lezione.
Bisogna dire anche che i Trade hanno giocato la miglior gara della stagione, lottando fino all’ultima pallina ogni set, strappandone
ben 4 grazie alla lucidità nell’extraball. Il risultato di 7-3 all’andata non vede Agordo più di tanto disperarsi, perché consapevole
della propria forza sul tavolo di casa.
In effetti il ritorno è tutta un’altra storia, Agordo gioca come sa e prende il comando della gara. Ponte di Piave però continua a
sorprendere e appena può assesta i propri colpi per tenersi in scia degli scatenati padroni di casa. In questo modo, e neanche
tanto in sordina, il Locura Trade riesce meritatamente a mettere a referto i 4 set che gli servono per passare il turno.
Rammarico per Agordo che chiude il campionato in una posizione non consona alle capacità, grande entusiasmo a Ponte di Piave, dove anche la seconda squadra riesce a centrare l’obiettivo dei Quarti, che sembrava improponibile a inizio campionato.
Locura Trade Ponte di Piave VS Offside Piave Team: 6-4 (andata) / 2-8 (ritorno)
E non è finita! I Trade continuano sulle ali dell’entusiasmo l’incredibile striscia positiva che li ha portati a risalire dal purgatorio dei PlayOut. Questa volta il loro successo era davvero impronosticabile alla vigila, di fronte ai neocampioni trevigiani dell’Offside Piave Team! Partita davvero da ricordare per Ponte di Piave, subito sotto per 1 set a 3, poi reazione maiuscola trainata dalle coppie Bravin-Mannozzi e Narder-Zanatta, rimonta mozzafiato e chiusura di gara di prepotenza, Offside e pubblico sbalordito!
Nel ritorno Ponte di Piave, entrata in forma al momento giusto del campionato, cerca di amministrare il vantaggio come già  fatto con successo contro Agordo. Offside fa valere il divario tecnico e va avanti 3-0, Ponte di Piave infila il break del 3-1.
Ancora Offside che avanza e il Locura si porta a casa un altro piccolo set. la strategia dei piccoli passi sembra poter dare frutto anche stavolta a Giabardo e compagnia, ma lo squadrone di Quero è davvero incontenibile e con Marcon-Valenti pone fine alle velleità di Ponte di Piave durante il corso del nono set.
Quero punta decisamente in alto ora, mentre il Locura Trade può davvero essere soddisfatto per come si è battuto nella fase decisiva della competizione, facendo sudare freddo anche le squadre più blasonate.

Bar Palada Vodo di Cadore VS Locura Top Ponte di Piave: 1-9 (andata) / 1-9 (ritorno)
Troppo forti, nulla da eccepire, la prima squadra di Ponte di Piave è davvero da primi posti assoluti. Vodo ha disputato un gran campionato fin qui, ma di fronte a una formazione così di qualità si deve arrendere. I trevigiani si presentano a Vodo di Cadore vincendo il primo set 8-3, e la formazione di casa reagisce con tutte le proprie forze: la coppia Coletti-Fadalti strappa il secondo set per 11-9. Poi a metà gara un altro tentativo più che valido di farsi valere dei capitani Masolo-Carta, ma i Top debordano sia come preparazione meticolosa che come punteggio. Vodo sportivamente si complimenta con gli avversari.
Il ritorno a Ponte di Piave è circa sullo stesso filo conduttore, stavolta tocca a Fadalti-Alfarè salvare i cadorini da un cappotto immeritato, ma Biasi-Minà subito dopo non lasciano scampo a nessuno e trascinano anche i compagni di squadra.
Vodo chiude un campionato mai così buono, Masolo e compagnia possono essere davvero soddisfatti. Locura Top invece punta dritto alla MBA League, tra un mese sapremo se il loro obiettivo sarà realizzato.

88 Scarsi Cesiomaggiore VS Antico Caffè Slalom Nevegal: 8-2 (andata) / 8-2 (ritorno)
Lo scontro più crudele e imprevedibile dei quarti di finale, di fronte 2 formazioni bellunesi con ambizioni di titolo.
L’andata è da lasciare a bocca aperta chiunque, mai visto lo squadrone del Nevegal messo sotto in questo modo. Cesiomaggiore non guarda in faccia a nessuno e si porta a casa anche le briciole. Gli ospiti increduli devono fare degli sforzi incredibili per strappare all’extraball il 5° e il 10° set, che serata!
Al ritorno si vede la vera forza dell’Antico Caffè Slalom, che è quella di giocarsi il tutto per tutto. Sul piano tecnico le due squadre si equivalgono, gli 88 Scarsi quest’anno sono cresciuti e maturati tantissimo, però il Nevegal ha il merito di non demoralizzarsi di fronte ad un avversario forte e in largo vantaggio. Subito Collazuol-Dal Bò vincono il 1° set 8-1. Ci pensa però capitan De Paoli a pareggiare immediatamente il conto, e Cassol-Marsango addirittura raddoppiano! Cesiomaggiore è addirittura in vantaggio 1-2, gli basta 1 solo set per passare il turno, sembra fatta. E invece, proprio a questo punto, lo Slalom tira una riga di 7 set vinti uno dietro l’altro, robe da matti! Alla fine questo ex-equo viene risolto da regolamento a vantaggio
dell’Antico Caffè Slalom, che dall’essere ad un passo dall’eliminazione si ritrova in semifinale.
Cesiomaggiore è inevitabilmente incredulo dell’accaduto, comunque chiude una stagione in cui è stato competitivo al massimo livello, più degli anni scorsi.

Fox Team Covolo di Pederobba VS Bar Fornaci Umin di Feltre: 4-6 (andata) / 3-7 (ritorno)
Confronto interessante tra i confermati campioni bellunesi e la forte formazione di Pederobba. L’andata in casa del Fox Team è sostanzialmente equilibrata, il Bar Fornaci si esprime bene come al solito ma è contenuto da una squadra di casa molto in palla, che a volte non riesce a concretizzare il proprio livello di gioco. Il risultato da ragione ai feltrini ma De Zordi non può dormire sonni tranquilli contro questi avversari.
Il ritorno è sullo stesso andamento, il Fox Team è pericoloso ma in questo primo anno di MBA League non riesce a mettere in campo la determinazione necessaria in partite come questa. Significativo il secondo set, il più combattuto, dove per Mares-Dalla Rosa strappano 12-10 il punteggio a Puppinato-Pizzaia.
Feltre prosegue la corsa verso le posizioni di rilievo, Pedrobba si ferma qui ma per il prossimo anno è cosciente di avere per le mani una formazione di valore.

Questi gli abbinamenti per le semifinali:
Antico Caffè Slalom Nevegal VS Offside Piave Team Quero
Locura Top Ponte di Piave VS Bar Fornaci  Feltre

Nelle due foto il Locura Trade Ponte di Piave, che ha seminato il panico nelle ultime 3 settimane, e l’Antico Caffè Slalom Nevegal, autore dell’impresa di quest’ultima settimana.

bar Slalom

bar Slalom

Share
Tags: , ,

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.