Tuesday, 21 August 2018 - 23:48

Il Canada del curling incanta Cortina. Ma l’Italia si deve inchinare 4 volte

Apr 6th, 2010 | By | Category: Eventi, sport, tempo libero, Prima Pagina

La Norvegia spegne le ambizioni del Team Retornaz Trentino Curling: 10-5. Il Canada unica squadra imbattuta, sei vittorie. Ha battuto anche la Scozia. Il ghiaccio di Cortina si fa bollente, la lotta per la finale è incandescente. Domani l’Italia affronta la Scozia, ci si attende una prova d’orgoglio. Nonostante l’originale e per certi versi buffa divisa di gioco, con pantaloni a quadri e rombi di chiara ispirazione arlecchinesca, la Norvegia non ha scherzato per niente oggi contro l’Italia, al Campionato Mondiale Maschile di Curling – Capital One World Men’s Curling Championship di Cortina d’Ampezzo.  Gli azzurri dello skip trentino Joël Retornaz incassano una sonora sconfitta per 10-5 contro Torger Nergaarg e soci, ed è la terza consecutiva e la quarta complessiva in questo torneo. “Oggi non dovevamo sbagliare niente e invece abbiamo giocato una brutta partita” – ha detto Retornaz a fine gara. Eppure le prime battute di gara avevano visto il team Italia assolutamente concentrato e pronto a dare del filo da torcere a coloro che da Vancouver sono tornati con la medaglia d’argento al collo.
Nei primi tre end in campo ha regnato l’equilibrio, con italiani e norvegesi a studiare le mosse degli avversari. È nella quarta mano che la gara ha però cominciato a prendere una piega inattesa per gli azzurri, costretti a subire un break di 2-0 che li portava all’intervallo sotto 4-1. “Nel quarto end ho commesso un errore che non ci voleva con l’ultima stone – ha continuato lo skip azzurro – e siamo andati al time-out sotto di tre. Però la partita era ancora lunga e avevamo tutte le carte in regola per riprenderli”. E così è stato, perché nel sesto end è stato proprio il trentino a suonare la carica, mettendo a segno due stones che rimettevano in carreggiata gli azzurri. Come detto però, con la Norvegia non si scherza. Settimo end da dimenticare per il quartetto italiano – oggi in campo con Davide e Silvio Zanotelli e Julien Genre, oltre a Retornaz – che ha sbagliato troppo e sull’asse Thomas Løvold-Torger Nergaard si sono spente le speranze azzurre di rimonta. I norvegesi hanno portato “a casa” quattro punti e chiuso virtualmente la gara. Italia ancora viva nel successivo end con due stones a segno, poi pareggiate subito dagli scandinavi nel nono. La partita si chiudeva così sul 10-5 Norvegia. Sicuramente combattuta è stata la gara tra Scozia e Germania, che alla fine (7-4) ha premiato la compagine di Warwick Smith, bravi a capitalizzare ogni minima distrazione dei tedeschi. I due rimanenti match del pomeriggio tra Francia e Cina e tra Svezia e Giappone, erano entrambi a senso unico in direzione delle compagini europee, e si sono chiusi all’ottavo end per abbandono delle formazioni asiatiche. Finali: 9-4 Francia e 9-5 Svezia. La mattinata di oggi è stata tutta nel segno del Canada di Kevin Koe, che affrontava gli antagonisti scozzesi capitanati da Warwick Smith. Per questi ultimi la partita si è messa però subito in salita al terzo end con il Canada già avanti 4-1. Spietati i nordamericani, che aumentavano il loro vantaggio nei successivi due end fino al 6-1 di metà gara. Gli scozzesi decidevano di abbandonare la partita dopo il sesto end, sul 6-2 Canada. È stata una partita lampo anche quella tra Norvegia e Svizzera, con i vichinghi sempre in controllo della gara. Solo un punto portato a casa dagli svizzeri nei sei end giocati. Risultato finale 7-1 Norvegia. “In doppia cifra” è finito lo scontro Danimarca-Svezia. Gli uomini capitanati da Ulrik Schmidt hanno regalato una seconda frazione di gara spumeggiante dove sono riusciti a mettere a segno un parziale di 6-1 dal sesto all’ottavo, per un finale di 10-4 Danimarca. Assai combattuta invece è stata la sfida Stati Uniti-Francia, con gli americani dello skip Pete Fenson che hanno avuto bisogno dell’extra end per aggiudicarsi la gara per 7-5. Ieri sera l’ottava sessione del Campionato Mondiale Maschile di Curling – Capital One World Men’s Curling Championship ha visto le vittorie del Canada di Kevin Koe e della Scozia di Warwick Smith. Ad intimorirli ci hanno provato la Svezia di Per Carlsén e la Danimarca dello skip Ulrik Schmidt, ma i risultati alla fine parlano chiaro. Koe e i suoi erano all’intervallo già davanti per 7-2 contro gli scandinavi, che hanno tentato la ripresa nel sesto, ma che dopo l’ottavo hanno preferito abbandonare. Canada batte Svezia 8-4. Stesso copione, o quasi, tra Scozia e Danimarca, con i primi a chiudere il settimo end con sei punti di vantaggio. Schmidt e i suoi provavano a tornare in partita, ma al termine il risultato si fissava sul 7-4 Scozia. Nonostante l’ottima prova della Francia, la Svizzera di Stefan Karnusian ha dimostrato più concretezza e concentrazione. Risultato finale 5-4 Svizzera. La Norvegia contro gli Stati Uniti è partita subito sul 4-1 all’intervallo, che Pete Fenson e i suoi – a causa anche di un errore dello skip americano nel nono end – non riuscivano più a recuperare fino al termine. Norvegia batte Stati Uniti 6-4. Nella classifica aggiornata al decimo turno dei Round Robin di questo Campionato del Mondo Maschile – Capital One World Men’s Curling Championship, sventola solitaria in vetta la bandiera canadese del team di Kevin Koe, che conta sei partite vinte e nessuna sconfitta. Seguono a pari merito, ma con una partita giocata in più, Norvegia e Scozia (6v-1p). La Danimarca di Ulrik Schmidt è terza (4v-2p), mentre quarti sono Stati Uniti e Germania (3v-3p). L’Italia è quinta con Cina e Svizzera (2v-4p), e dietro ci sono Francia e Svezia (2v-5p), con il Giappone ancora fanalino di coda del torneo (0v-6p). Questa sera alle 20,00 scenderanno sul ghiaccio Italia-Svizzera, Germania-Canada, Giappone-Danimarca, Cina-Stati Uniti, mentre nel primo turno di domani (ore 10,00) le partite in programma sono Giappone-Canada, Cina-Svizzera, Italia-Stati Uniti e Germania-Danimarca. L’Italia sarà ancora in campo poi contro la Scozia nel match delle 20,00, domani sera. Info: www.wmcc2010.it

Share
Tags:

Comments are closed.