Wednesday, 17 October 2018 - 17:57

Joel Retornaz guida la sfida al “mondo”. Da domani il curling mondiale a Cortina

Apr 1st, 2010 | By | Category: Eventi, sport, tempo libero, Prima Pagina

Stones mondiali pronte a dare spettacolo a Cortina d’Ampezzo (BL). Si contano ormai le ore alla cerimonia di apertura di domani (ore 17.30) del 52° Campionato Mondiale Maschile di Curling – Capital One World Men’s Curling Championship, quando nello Stadio Olimpico del Ghiaccio della “Regina delle Dolomiti” sfileranno a suon di cornamuse i migliori curlers del mondo, provenienti da Canada, Stati Uniti, Scozia, Norvegia, Svezia, Svizzera, Danimarca, Germania, Francia, Cina, Giappone e Italia. Quello che si sta per aprire venerdì nella cittadina ampezzana è senza dubbio l’evento sportivo principe della stagione, e per Cortina d’Ampezzo e per l’Italia sarà la prima volta. Nella storia di questo sport infatti mai un mondiale maschile era approdato nel nostro paese. A rappresentare l’Italia sulle piste ghiacciate cortinesi sarà il team “Trentino Curling – Team Retornaz”. I cinque “moschettieri” di casa Italia sono i trentini Joel Retornaz (skip), Davide Zanotelli (secondo), Silvio Zanotelli (terzo) e Julien Michele Genre (lead), che fanno parte appunto della squadra di Cembra (TN), a cui si aggiunge Giorgio Da Rin del “CC Dolomiti” di Cortina. “Siamo assolutamente fieri di rappresentare il nostro paese in questo mondiale di Cortina – afferma lo skip Retornaz. – Dal punto di vista della preparazione abbiamo fatto il massimo fino ad oggi e il nostro obiettivo ora è quello di un posto onorevole nel tabellone finale. Con una medaglia al collo sarebbe un sogno.” Il “Trentino Curling – Team Retornaz” è campione italiano uscente, e ha raggiunto la qualificazione al mondiale di Cortina battendo in un challenge di spareggio lo scorso gennaio gli avversari del CC Dolomiti di Cortina. Si tratta di una squadra estremamente giovane, dove l’età media è di 22 anni e dove il più “anziano” è proprio Retornaz. Di papà svizzero, il trentino vive e lavora nel paese di Cembra dove con i genitori gestisce un ranch di cavalli e un ristorante. È un appassionato di automobili americane e come hobby gioca a curling. “Era lo sport di paese – continua Retornaz – e quando ero piccolo i miei non volevano che restassi a guardare la tv tutto il giorno, così mi hanno fatto provare il curling. Da allora non ho più smesso”. Retornaz è stato skip dell’Italia anche alle Olimpiadi Invernali di Torino 2006, quando gli azzurri chiusero al settimo posto nel tabellone finale. La passione per quello che impropriamente è anche definito “lo sport delle bocce sul ghiaccio”, ha travolto fin da giovanissimi anche gli altri azzurri. Davide Zanotelli – oggi proprietario di una piccola azienda nel veronese che produce olio e vino – cominciò quando era alle scuole elementari, così come il cugino di secondo grado Silvio – anche lui imprenditore agricolo a Cembra – che fu “educato” da papà Elio. Julien Genre, di papà italiano e mamma francese, è originario di Lusernetta, non lontano da Pinerolo in Piemonte. Ha iniziato a giocare a curling poco prima delle Olimpiadi torinesi e ora vive e studia a Trento, dove si è trasferito lo scorso anno per giocare con il “Trentino Curling”. A chiudere il team italiano di questi mondiali c’è Giorgio Da Rin, cresciuto sui ghiacci ampezzani, che conosce fin troppo bene quello stadio olimpico che da sabato – la prima partita dell’Italia sarà contro il Giappone alle 14,00 – ospiterà le gesta dei “signori mondiali delle stones”. La squadra italiana è allenata dagli esperti coach Jean Pierre Rütsche e Fabio Alverà. Il programma di “gioco” dei Campionati Mondiali Maschili di Curling – Capital One World Men’s Curling Championship prevede la fase eliminatoria (Round Robin) fino a giovedì 8 aprile, da cui usciranno le migliori quattro squadre. Queste si andranno poi a giocare la fase finale che culminerà nella giornata di domenica 11 con le due finali, quella per il terzo posto e quella per il titolo di nuovi campioni del mondo – oggi in mano alla Scozia.  “Le squadre più forti sono senz’altro Canada e Norvegia – chiude Davide Zanotelli – anche se in un mondiale può succedere di tutto. Magari a fargli un bello sgambetto sarà proprio l’Italia.”Con i Campionati Mondiali Maschili di Curling – Capital One World Men’s Curling Championship da domani in scena a Cortina, la cittadina veneta si conferma “culla” di questo sport in Italia. Qui il curling è giunto oltre 100 anni fa e suggestive immagini in bianco e nero degli anni Cinquanta riportano alla memoria personalità famose come Alberto Sordi o Brigitte Bardot, indaffarate nel lancio di stones sui ghiacci degli hotel cortinesi.
Info: www.wmcc2010.it

Share
Tags:

Comments are closed.