Wednesday, 23 October 2019 - 01:42
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Bampo invita cittadini astensionisti, categortie sociali e produttive e amministratori delusi e uomini politici pentiti ad una Assemblea costituente provinciale

Mar 29th, 2010 | By | Category: Cronaca/Politica, Riflettore

Passata la “sbornia” dei voti ed esaurite le enfatiche dichiarazioni dei vincitori (insieme alle giustificazioni degli sconfitti), ci accorgeremo che anche queste elezioni saranno servite unicamente alle strategie dei partiti e non alla soluzione dei problemi amministrativi dei cittadini. Nessuno terrà nella dovuta attenzione il fatto che il vero vincitore sarà stato l’astensionismo, unico indicatore della fiducia della gente per la politica. Se, come sicuramente pensiamo noi, per la prima volta (eccettuati i referendum e qualche elezione comunale monolista) si scenderà finalmente sotto il 50% delle presenze, non sarà stato il qualunquismo o il nostro invito, come qualcuno vorrà farci credere, ma L’esaurimento della fiducia nel sistema dei partiti romano o milanocentrici  ed una responsabile presa di coscienza, ad aver determinato l’implosione di voti e la conseguente necessità di una profonda autocritica da parte dei partiti e degli uomini politici. Ribadiamo che il modello dei partiti ideologici o post ideologici ha esaurito il proprio corso e che quindi ora si debba andare verso il modello dei partiti territoriali come la Volkspartei per Bolzano o la Union Valdotain per Aosta.
A tal proposito, senza reclamare primogeniture, leaderships o rendite di potere derivanti dall’essere sempre stati sempre in prima linea nel reclamare la nascita di un partito bellunese, futuro tassello di un partito veneto unitario, attendiamo che ogni forma di delusione politica, sconforto umano  o malessere sociale si trasformi in speranza propositiva da parte di cittadini privati, dell’ associazionismo sociale ed economico,  di soggetti ed enti pubblici  e di politici pentiti.
Al fine di individuare la formula più idonea, laica e trasversale per uscire dalla situazione attuale, Invitiamo tutti a prendere contatto con pBL – PAB.  Precisiamo che il nostro partito è disposto a rimettere in discussione tutta la propria storia e la propria dignità ed è disponibile, a pari condizioni, a rinunciare al proprio nome ed alla propria bandiera in funzione di un disegno più ampio.Inviate la vs. disponibilità al dialogo generale e saremo lieti di renderci parte diligente per l’assolvimento delle sole necessità iniziali e giungere così ad una .

pab.mov@libero.it

Share
Tags: ,

Comments are closed.