13.9 C
Belluno
mercoledì, Luglio 15, 2020
Home Cronaca/Politica Un piccolo riconoscimento ai soccorritori storici in montagna

Un piccolo riconoscimento ai soccorritori storici in montagna

Una pergamena e una spilla d’oro o d’argento sono il piccolo riconoscimento simbolico conferito dalla Delegazione del Soccorso alpino Dolomiti Bellunesi ai soccorritori che per motivi diversi, principalmente anagrafici, hanno lasciato il sodalizio. Qualcuno anche con più di 40 anni di interventi alle spalle, molti portati a termine in tempi in cui soccorrere le persone in montagna era assai difficile. La passione smisurata per la montagna e lo spirito di solidarietà per chi la vive e frequenta hanno mosso in aiuto degli altri Eugenio Bien, 39 anni nel Soccorso alpino di Agordo, Gino Lotto, 41 in quello bellunese, Marcello Bonafede e Arnaldo Pordon, 43 anni l’uno e 44 anni l’altro in attivo nella Stazione di San Vito di Cadore, solo per citare alcuni dei protagonisti della serata di ieri. E’ la prima volta che la Delegazione attribuisce un pensiero ai suoi uomini nel momento di chiusura dell’operatività, come
ringraziamento e saluto. Al momento conviviale organizzato al ristorante Nogherazza hanno preso
parte, oltre a delegato e vice delegato, Fabio Bristot e Gianni Mezzomo, capi e vice capistazione delle diverse
vallate.

Share
- Advertisment -



Popolari

Ricoverato a Treviso 33enne bellunese caduto in moto

E' ricoverato all'ospedale di Treviso in prognosi riservata D.L. 33enne di Belluno che ieri sera intorno alle 23, in prossimità del cimitero di Cusighe,...

Furto all’Ovs, denunciata una 54enne bellunese

Nella mattinata dell'8 luglio la Volante della Questura è intervenuta presso il negozio Ovs in piazza dei Martiri a Belluno a seguito di una...

Giovedì in piazza. Il presidio di Fratelli d’Italia si sposta in via Mezzaterra

“Per dare continuità a quanto fatto la scorsa settimana e su esplicita richiesta di alcuni cittadini residenti nella zona, anche questo giovedì (16 luglio)...

Presentato in Provincia il calendario venatorio 2020. Saranno uccise femmine e piccoli di cervo

È stato presentato questa mattina, a Palazzo Piloni, il nuovo calendario venatorio, approvato dall'amministrazione provinciale. Si tratta del principale strumento della gestione autonoma della...
Share