Tuesday, 23 July 2019 - 05:14

Karate tradizionale: il titolo europeo J.K.A. è tutto bellunese

Mar 28th, 2010 | By | Category: Pausa Caffè, Sport, tempo libero

I telefoni hanno squillato tutta la notte in casa Bacchilega a Lorenzago di Cadore, alle 23.30 la notizia della squadra italiana di (combattimento) seniores formata da   di Calalzo di Cadore di Lorenzago di Cadore e di Milano che a è salita sul gradino più alto del podio, la medaglia d’ argento di Mattia Bacchilega nell’individuale seniores ed il bronzo a squadre juniores vinto da Alessandro Cesco Bolla di San Pietro di Cadore ha fatto immediatamente il giro della provincia. Il campionato Europeo della J.K.A. (Japan Karate Association) che raccoglie tutte le squadre europee collegate all’autentica matrice nipponica presente in tutti gli stati, si è svolto a nel nord della Germania sabato scorso al cospetto delle maggiori autorità mondiali del leggendario karate tradizionale. “Sono davvero felice” dice il M° Roberto Bacchilega, “l’unico rammarico è per la finale di Mattia nell’individuale che non ha conquistato l’oro nonostante la netta supremazia (stava vincendo per 1 ippon a 0) per aver toccato, a giudizio dell’arbitro, troppo pesantemente l’avversario ungherese”. E continua “il M° Takaeshi Naito e tutti gli accompagnatori che ho sentito telefonicamente, mi hanno riferito che Marco e Mattia si sono espressi con numeri da fuoriclasse, tutti hanno espresso grandi complimenti per le emozioni che questi ragazzi hanno ancora una volta saputo regalare. In questa gara non vi era nulla di scontato e a dimostrazione di ciò vi è che è la prima volta in assoluto che l’Italia vince la gara a squadre seniores di della Japan Karate Association, per questo non ho voluto azzardare alcun pronostico. Ieri ho sofferto tutto il giorno per non essere potuto andare alla gara ed ora sono impaziente di vedermi le riprese video, i ragazzi saranno di ritorno in serata e ad attenderli vi sarà l’intera assemblea dei soci del T.S.K.S. che si riunisce presso il palasport di Longarone. Ora il Giappone è davvero più vicino e l’Italia del M° Hiroshi Shirai è la squadra da temere al prossimo mondiale”.

Share
Tags: , , , , ,

Comments are closed.