Wednesday, 23 October 2019 - 02:07
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Andrea Gris e Alessandro Manaigo con “L’Alfabeto rubato a Lino Lacedelli” volano al Trento Film Festival

Mar 26th, 2010 | By | Category: Arte, Cultura, Spettacoli, Pausa Caffè

La Commissione di Selezione del , dopo aver visionato le oltre 336 opere presentate, ha inserito il film  L’ALFABETO RUBATO all’interno della Sezione Alp&Ism. Il film pertanto apparirà all’interno del catalogo ufficiale e potrà concorrere all’assegnazione di uno dei Premi Speciali (Riconoscimenti). Il Film, regia di Andrea Gris, montaggio di Alessandro Manaigo, sarà proiettato il 5 maggio alle 17.30 al alla sala due Cinema Modena. «Sono molto  felice e entusiasta», dichiara il regista e direttore artistico di “Cortina inCroda”, Andrea Gris, «per questo attestato di grande professionalità che ci è stato dato con l’ammissione dell’opera ‘L’alfabeto rubato a Lino Lacedelli’  a partecipare ad uno dei più importanti festival del mondo con un prodotto di Cortina inCroda. Per noi è motivo di grande allegria. Il film è stata una vera e propria dedica realizzata con il cuore a Lino Lacedelli con materiale che abbiamo recuperato da tutte le ultime interviste che il grande Lino ha rilasciato prima di abbandonarci. Una dedica speciale che ha colpito quindi la commissione esaminatrice e che non potrà passare inosservata al pubblico di Trento.. Non possiamo certo ambire a grossi riconoscimenti ma credo che proprio il valore così puro di questa dedica possa competere con opere più costose. Io e Alessandro Manaigo che è un giovane ma attento e creativo videomaker abbiamo inviato alla commissione del Film Festival il film con molta timidezza», ammette Gris, «visto che non siamo degli specialisti della materia ma credo che quando realizzi qualcosa del genere con la stima e l’ammirazione e la voglia di ricordare un alpinista amico e grande ambasciatore di Cortina come Lino la cosa traspare dalle immagini. “L’alfabeto rubato di lIno Lacedelli” aveva già commosso nella sua prima visione durante la rassegna “Cortina inCroda” e credo che abbia colpito nel segno anche a Trento. C’è un Lino inedito e davvero ‘eccezionale’ per ripetere un aggettivo che lui amava moltissimo, fuori dagli schemi delle solite interviste e chiacchierate, un Lacedelli che racconta sempre con il sorriso la sua vita dalla a alla z in un alfabeto che abbiamo intitolato ‘rubato’ proprio perché è stato messo insieme cercando dichiarazioni inedite e che raccontassero senza date o altro il suo essere, la sua essenza di grande uomo, normale proprio come tutti vorremo essere. In questo mondo credo che sia proprio difficile essere un uomo normale e questa lezione di normalità esce prepotentemente da un uomo che poteva vivere invece in una maniera certamente meno ‘normale’. Se devo essere sincero», conclude Gris, «quando ieri mattina ci è arrivata la comunicazione mi sono commosso e emozionato a tal punto ricordando Lino che ho dovuto aspettare una decina di minuti prima di chiamare Manaigo e comunicargli la stupenda notizia. La seconda telefonata è stata a Mario Lacedelli presidente dell’Associazione “Cortina inCroda” e poi al presidente degli Scoiattoli Stefano Dimai Cash perché anche loro fanno parte di questa orgogliosa partecipazione al festival che avrà tra le sue opere anche il film “Rosso 70” che racconta i 70 anni degli Scoiattoli. Sono convinto che il nostro film sia entrato al Festival grazie a Lino che da lassù ci continua a guidare nella nostra volontà di portare avanti la cultura di montagna in maniera autentica e genuina». Soddisfatto anche il videomaker Alessandro Manaigo.«Dopo non molto tempo che faccio questo mestiere arrivare con un nostro prodotto al non può che riempirmi di orgoglio. Per me», dichiara Manaigo, «è stato un onore aver avuto la possibilità di raccontare in maniera toccante, vera, inedita e profonda, il più grande personaggio di Cortina d’Ampezzo, ma non solo di Cortina, quale è stato e continua ad essere Lino Lacedelli. Da parte mia dico Grazie Lino». E ora non resta che incrociare le dita. Per Gris e Manaigo e per “Cortina inCroda” questo è un grandissimo riconoscimento. E come si dice in questi casi «In bocca al lupo» all’Alfabeto rubato!

Share
Tags: ,

Comments are closed.