Sunday, 21 July 2019 - 19:26

Paolo Crepet al Comunale per “I colori dello sport”

Mar 24th, 2010 | By | Category: Arte, Cultura, Spettacoli, Pausa Caffè

Venerdì 26 marzo, alle 17, il noto sociologo e psichiatra appoggerà l’importante progetto portato avanti dalla Kiwi Sports e dalla Fondazione Progetto Uomo.  Lo sport è un supporto concreto all’educazione: a confermarlo con autorevolezza  venerdì salirà sul palco del Teatro Comunale Paolo Crepet – conosciuto luminare di sociologia e psichiatria – relatore dell’evento “I COLORI DELLO SPORT per una vita a colori”, promosso dalla Società Sportiva Kiwi Sports Canottieri e dalla Fondazione Progetto Uomo, con l’appoggio del Circolo Cultura e Stampa Bellunese.
L’appuntamento che vedrà protagonista Crepet – stuzzicato dalle incalzanti domande del Presidente della Fondazione Progetto Uomo, don Gigetto de Bortoli – servirà a rafforzare il coinvolgimento di genitori ed educatori nel progetto “I COLORI DELLO SPORT”, portato avanti dalla Kiwi Sport e dalla stessa Fondazione. Un progetto – si ricorda – con uno scopo sociale così importante da aver ricevuto recentemente il benestare del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, attestato dal patrocinio dell’Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto.
Ma di cosa si tratta?
Il progetto “I COLORI DELLO SPORT”. Da due anni scolastici le due realtà lavorano a braccetto per diffondere nelle scuole elementari e medie della Provincia la pratica sportiva come strumento per arginare il disagio sociale e per trasmettere i veri valori dello stare insieme nel gioco. Nelle classi gli interventi sono sia pratici che teorici: attività ludico-motorie, praticate da un professionista delle Scienze motorie o da un istruttore sportivo qualificato, che effettua in ciascuna classe attività per un numero di ore concordato con la scuola. L’istruttore, affiancato dall’insegnante, sviluppa con i bambini attività ludico-motorie propedeutiche allo sviluppo delle capacità coordinative in un percorso di gioco-sport;   attività formative, coordinate da formatori individuati dalla Fondazione Progetto Uomo.

Share
Tags:

2 comments
Leave a comment »

  1. Buongiorno,
    sono una mamma di tre figli, la maggiore frequenta scienze motorie a verona , ho sempre trovato molta
    resistenza nell’ambito scolastico per avere dei permessi per l’ attivita’ agonistica. Ultimamente un insegnante
    del liceo scientifico quando mio figlio ha consegnato la giustificazione per l’assenza lo ha subito interrogato,
    naturalmente nella lezione che era assente, non gli ha risparmiato i soliti commenti …… perche’ ?…..premetto
    che sono sempre stati bravi con giudizi positivi. DOBBIAMO CAMBIARE LA MENTALITA’ SOPRATTUTTO
    AGLI INSEGNANTI E PRESIDI NON SI RENDONO CONTO CHE I RAGAZZI CHE ENTRANO NEL MONDO DELLO SPORT AVRANNO MENO POSSIBILITA’ DI UBRIACARSI -DROGARSI-ESSERE DEI FUTURI OBESI….
    MI SCUSO PER LA FORMA FRETTOLOSA ….MA MI FAREBBE PIACERE CHE PAOLO CREPET POTESSE ANCHE PARLARE DI QUESTO…..GRAZIE…..MARGHERITA…MAMMA DI BARBARA….MARTINA …E SIMONE…

  2. Un plauso a Kiwi Sports e alla Canottieri Belluno per l’idea!