13.9 C
Belluno
mercoledì, Luglio 15, 2020
Home Lettere Opinioni La lettera: La bandiera d'Italia di Bepi Ziliotti

La lettera: La bandiera d’Italia di Bepi Ziliotti

Ragazzi, leggo l’articolo nel quale viene descritto quanto stavate facendo all’arrivo dei vigili urbani e mi prende un cupo senso di tristezza poiché penso che, come succede alla vostra età ‘non avevate proprio altro da fare’ che togliere la bandiera dal pennone, in quel lunedì pomeriggio. Certo che lo sapete cos’è la bandiera, la bandiera d’Italia? Altrimenti andiamo a chiederlo a coloro i quali, a Mellame di Arsiè, conservano ancora, consunto dagli anni, il tricolore degli insorti del 1848. Andiamo a chiederlo ai 4.438 Caduti, Dispersi, Scomparsi in mare, della I° guerra mondiale già censiti, appartenenti ai Comuni della provincia di Belluno ed agli altri 1.500 di cui si conoscono a malapena il cognome e il nome. Andiamo a chiederlo agli oltre 4.000 Caduti e Dispersi nella II° guerra mondiale e ai 7.000 deportati nei campi di prigionia. Poiché il loro Ricordo aleggia ancora nelle famiglie di molti di voi, come vive perpetuo nella nostra Associazione, sono convinto che il vostro era un gesto innocente. Per questo motivo, vi do appuntamento venerdì 1° Maggio prossimo, alla chiesetta dello Sperti in via Feltre, dove celebreremo la “Giornata Provinciale del Ricordo dei Caduti e Dispersi in Guerra”. Se non avrò un ‘Alfiere’ a disposizione, vi farò portare la nostra bandiera.
Bepi Zilotti
Presidente Provinciale
Associazione Nazionale Famiglie Caduti e Dispersi in Guerra

Share
- Advertisment -



Popolari

Giovedì in piazza. Il presidio di Fratelli d’Italia si sposta in via Mezzaterra

“Per dare continuità a quanto fatto la scorsa settimana e su esplicita richiesta di alcuni cittadini residenti nella zona, anche questo giovedì (16 luglio)...

Presentato in Provincia il calendario venatorio 2020. Saranno uccise femmine e piccoli di cervo

È stato presentato questa mattina, a Palazzo Piloni, il nuovo calendario venatorio, approvato dall'amministrazione provinciale. Si tratta del principale strumento della gestione autonoma della...

La finanza che affronta la crisi: i fondi di investimento nel 2020

Se da un lato la crisi finanziaria dovuto al crollo della Borsa nel Marzo 2020 sembra ormai pronta a diventare solo un nuovo capitolo...

Valorizzazione delle falesie del Nevegal. Marco Bogo: «Collaborazione con associazioni e Cai per il recupero sportivo e ambientale»

Valorizzare le falesie già conosciute e recuperare ambientalmente e sportivamente quelle meno note, con la collaborazione delle associazioni e dei comuni del comprensorio del...
Share