Saturday, 19 October 2019 - 02:38
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Per Belluno quasi 700.000 euro dalla Regione. Al via i lavori per gli attesi spogliatoi di Salce. Riqualificazione in vista per via Rialto e via Mezzaterra

Mar 10th, 2010 | By | Category: Cronaca/Politica, Riflettore
Salce, campo sportivo

, campo sportivo

La Giunta regionale nella seduta di ieri ha erogato un doppio contributo di poco inferiore a 700.0000 euro a finanziamento dell’80% di due progetti presentati dal Comune di Belluno, uno per la costruzione dei nuovi spogliatoi del campo sportivo di Salce e uno riguardante la riqualificazione del centro storico. L’assessore Michele Carbogno, che ha seguito le due progettualità in veste di assessore all’edilizia pubblica e all’arredo urbano, così commenta l’erogazione dei contributi: – “Si tratta di un’assegnazione importante in termini di quantità e qualità e per la quale ringrazio personalmente la Giunta regionale e in particolare l’assessore ai Lavori Pubblici, Massimo Giorgetti, fautore della Delibera”. Il primo contributo, destinato al polo sportivo di Salce, prevede la costruzione dei nuovi spogliatoi con sezioni distinte per le varie squadre e per gli arbitri. La struttura avrà inoltre capacità di accoglienza tali da garantirne l’uso anche per altre pratiche sportive. Il progetto si completerà con la realizzazione di un annesso anello per il footing – tipo percorso vita – e di un campo polifunzionale. La struttura prevista è di tipo modulare e può prevedere ampliamenti nel tempo. Essa verrà posta a servizio di una collettività ampia costituita da più frazioni e dotata di impiantistica coerente con esigenze ambientali e di risparmio energetico. “Il progetto di 450.000 euro, di cui 370.000 finanziati dalla Regione e il restante a carico del Comune, – sottolinea l’assessore Carbogno – si inserisce nelle politica di valorizzazione che il Comune ha voluto dare all’impiantistica sportiva che, da voce semisconosciuta nei bilanci comunali di qualche anno fa, è divenuta uno dei settori chiave delle scelte amministrative di oggi. Basti pensare alla rinascita del polo sportivo di Lambioi con la SPES Arena e la rinnovata piscina comunale, agli spogliatoi del rugby, alla bocciofila coperta, ai campi di beach volley e beach tennis. Risultati che sono sotto gli occhi di tutti e che rendono facile fare sport a Belluno”. Il secondo intervento riguarderà invece due delle vie più caratteristiche e storicamente importanti della città: Via Rialto e . “L’intervento – afferma ancora Carbogno – sarà mirato a valorizzare un contesto cittadino fatto di spazi pubblici urbani, rinnovando quegli elementi costruttivi delle pavimentazioni, delle fontane e delle loro pertinenze, quali i lastroni in pietra e le parti in porfido, che subiscono il degrado del tempo e dell’usura. Un’ulteriore azione sarà dedicata all’illuminazione pubblica per ripristinare bracci e armature garantendo così opportuna luminosità adatta ad un contesto di centro storico cittadino di valore”. L’importo totale del progetto è di euro 380.000, a fronte di un contributo regionale di 310.000 euro. L’entità di spesa rimanente verrà sostenuta dal Comune di Belluno. Con tale intervento si potrà pertanto agire sugli elementi di arredo di una parte della città antica e ricca di storia, e tuttavia un po’ trascurata. L’intervento sulle pavimentazioni, gli elementi delle fontane e i vecchi lampioni e punti luce, restituirà allo storico asse viario cittadino la sua dignità, magari gettando le basi anche per una riqualificazione economica e residenziale.

Share
Tags: , ,

Comments are closed.