Wednesday, 23 October 2019 - 02:53
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Beppe Grillo torna a Belluno per “spiegare” la politica

Mar 10th, 2010 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

Sabato 13 marzo alle ore 14.30 Beppe Grillo sarà in Piazza Piloni a Belluno per presentare il collegato al suo nome. E come sempre sarà un evento entusiasmante, ma soprattutto utile, per iniziare a pensare. Sembra che siano tempi difficili per i comizi elettorali. I comizi si fanno solo in televisione, quasi nessuno affronta più le piazze. Di certo non a Belluno, dove presentare la politica in piazza è uno strumento sempre meno utilizzato. L’evento è legato alla presentazione delle liste in tutte e sette le province del Veneto, chiamate alle urne il 28 e 29 Marzo prossimi per le elezioni regionali. Anche a livello provinciale è stato raggiunto l’obiettivo della raccolta delle firme per la presentazione della lista. Sarà presente quindi il simbolo del Movimento nelle schede elettorali, un’alternativa alla politica tradizionale con il motto “Costruire, Costruire, Costruire”. Il “” presenta come candidato alle prossime elezioni regionali l’attuale consigliere comunale di Treviso David Borrelli. Come un mese fa agli incontri di Grillo a Belluno e Pedavena per la raccolta delle firme per la presentazione delle liste, sarà l’occasione per fare libera informazione. Sarà un’occasione di riflessione per chi pensa sia giunto il momento di voltare pagina con determinazione. Sarà l’occasione per una risata amara per chi pensa che non sia possibile cambiare la politica attuale. Ma sarà anche un’occasione di trovare una ventata di speranza e di coraggio per tutte le persone che, invece, vogliono cambiare le cose e mettersi alle spalle la politica dell’incompetenza, della corruzione e degli interessi personali. “Il motore del Movimento è un diesel, va a velocità moderata, ma non si ferma mai” dice Grillo. Naturalmente politica con la P maiuscola, politica come dovrebbe essere in un paese civile. Politica come comprensione, informazione, conoscenza, impegno civico e partecipazione attiva alla “salute” della società. I punti del programma del riguardano concretamente anche la nostra provincia e interessano la pubblica amministrazione, l’ambiente, l’informazione, l’economia, l’energia e i trasporti, la salute e l’istruzione.Si parlerà di politica e della volontà di modificare il rapporto tra pubblica amministrazione e cittadini. L’organizzazione attuale è burocratica, sovradimensionata, costosa, inefficiente. L’alternativa è semplificazione, trasparenza e, soprattutto, partecipazione diretta dei cittadini. E poi, naturalmente, di riduzione dei costi e di eliminazione dei privilegi per chi si occupa di politica.Sempre attuale, nel nostro territorio, rimane la gestione del servizio idrico. L’acqua è un bene comune e non può essere oggetto di speculazioni ai danni dei cittadini. E alla base, l’informazione, uno dei fondamenti della democrazia e della sopravvivenza individuale. Se il controllo dell’informazione è concentrato in pochi attori, inevitabilmente si manifestano derive antidemocratiche. Se l’informazione ha come riferimenti i soggetti economici e non il cittadino, gli interessi delle multinazionali e dei gruppi di potere economico prevalgono sugli interessi del singolo. L’informazione quindi è alla base di qualunque altra area di interesse sociale. Il cittadino non informato o disinformato non può decidere, non può scegliere. Assume un ruolo di consumatore e di elettore passivo, escluso dalle scelte che lo riguardano. Per pubblicizzare l’evento il “” ha fatto una scelta di rispetto ambientale e di sobrietà, riducendo al minimo manifesti e volantini di promozione. Sarà indispensabile ricorrere al sano strumento sul quale da millenni si fonda la convivenza umana: il passaparola.

Share
Tags: ,

One comment
Leave a comment »

  1. bravi, non si vede sulla carta stampata ciò che non fa comodo a qualcuno…