Wednesday, 23 October 2019 - 01:43
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

I primi trent’anni degli Alcolisti anonimi. Domenica 14 marzo al Centro Diocesano Giovanni XXIII una riunione del gruppo bellunese e dei famigliari

Mar 9th, 2010 | By | Category: Prima Pagina, Società, Associazioni, Istituzioni

, 8 marzo 2010. Domenica 14 marzo presso la Sala del centro Giovanni XXIII  alle 9.30 si terrà una riunione aperta del gruppo di e del gruppo Al-Anon (famigliari ed amici di alcolisti). L’occasione di questo incontro aperto a tutti i cittadini interessati è festeggiare i  30 anni di fondazione del gruppo di  , nato nel 1980 con sedi anche a Feltre e Agordo.  Verrà spiegato come funziona il metodo di recupero di AA, ci saranno testimonianze di alcolisti , di medici e famigliari. La cittadinanza è invitata.  
 Ma che cos’è Alcolisti Anonimi?
 Alcolisti Anonimi è un’associazione di uomini e di donne che mettono in comune la loro esperienza, forza e speranza per risolvere il loro problema comune e aiutare altri a recuperarsi dall’ alcolismo.
A.A. è un’associazione di : l’alcolista che ha smesso di bere mantiene e consolida la propria sobrietà utilizzando la sua capacità di aiutare un altro alcolista che ancora beve a uscire dalla dipendenza dall’alcol.
Il gruppo è l’entità tramite la quale si realizza il recupero: nelle riunioni, in assoluta libertà, vengono raccontate le proprie storie, condivisi i problemi personali e soprattutto, tramite il commento della nostra letteratura e le esperienze degli Alcolisti Anonimi., viene messo in pratica il nostro programma di recupero, conosciuto in tutto il mondo come “”. L’unico requisito per entrare a far parte di A.A. è desiderare di smettere di bere: ognuno può divenire membro dell’Associazione nel momento stesso in cui dichiara di volerlo. La partecipazione è totalmente gratuita e non esiste alcuna distinzione relativa alla razza, al sesso, al ceto sociale, alla fede religiosa, agli ideali politici.
Uno dei punti fermi dell’Associazione è l’anonimato: qualora lo desideri è possibile non rivelare la propria identità, ma ci si deve comunque impegnare a non divulgare discorsi e storie personali uditi all’interno del gruppo. L’anonimato riveste, peraltro, un ben più profondo significato, facendo sì che i nostri princìpi vengano sempre anteposti alle personalità dei singoli.
A.A. è finanziariamente autonoma, non accetta sovvenzioni, lasciti, né altro tipo di contributi e non è affiliata ad alcuna confessione, idea politica, organizzazione o istituzione; non si impegna in alcuna controversia, né sostiene o si oppone ad alcuna causa. In particolare A.A. non assume posizioni proibizioniste né antiproibizioniste nei confronti dell’alcol. Gli alcolisti anonimi aiutano altri alcolisti che ancora non hanno trovato una via d’uscita in modo totalmente gratuito
 
Alcolisti Anonimi è nata negli Stati Uniti nel 1935 dall’incontro di un agente di borsa di Wall Street ed un medico chirurgo di Akron (Ohio), entrambi alcolisti, i quali si resero conto che condividendo le loro dolorose esperienze e aiutandosi a vicenda riuscivano a mantenersi lontani dall’alcol.
Oggi Alcolisti Anonimi è presente in oltre 160 Paesi di tutti i continenti con più di 100.000 gruppi di autoaiuto e milioni di alcolisti recuperati.
In Italia Alcolisti Anonimi ha iniziato la sua attività a Roma, quando alcuni alcolisti, dopo aver ritrovato la sobrietà nel gruppo di lingua inglese di Via Napoli 58 nel 1972, cominciarono successivamente a riunirsi un primo, sparuto, gruppo di lingua italiana. Oggi sono attivi circa 500 gruppi in tutto il territorio nazionale con la presenza media di circa 10.000 Alcolisti.

Share
Tags: , , ,

Comments are closed.