Tuesday, 23 July 2019 - 04:45

Pino Roveredo, dalla strada al successo. A volte i sogni si avverano, nel Nord-Est come negli Stati Uniti

Mar 6th, 2010 | By | Category: Appuntamenti, Arte, Cultura, Spettacoli, Pausa Caffè

L’Ufficio Scolastico Provinciale di Belluno nelle iniziative legate alla VIIa Edizione del Progetto “Lettura pensata”, per la sezione di lettura creativa e la nuova proposta di lettura e immagine riservate alla lettura del libro “Mandami a dire” dello scrittore , presenta l’incontro rivolto agli studenti delle scuole secondarie di II grado e i Centri Territoriali Permanenti. “I suoi racconti sono veri piccoli capolavori” scrive Claudio Magris e sarà presente, per raccontare e raccontarsi martedì 10 marzo alle ore 10.00 presso il Centro Congressi “Giovanni XXIII” in Piazza Piloni. Sempre  Mercoledì 10 marzo, alle ore 18, presso l’Aula Magna dell’istituto P.F. Calvi diBelluno, l’Associazione è lieta di presentare un incontro aperto al pubblico con lo scrittore, giornalista e autore teatrale, premio Campiello nel 2005,  che parlerà di come ‘Salvarsi con la Scrittura’. In mattinata, lo scrittore parlerà ai ragazzi delle scuole superiori di Belluno nell’ambito del progetto ‘Lettura Pensata’. L’Associazione ha scelto di portare ai ragazzi e ai cittadini di Belluno questo scrittore di fama internazionale, perché rappresenta in prima persona la prova tangibile di come la nostra vita sia un percorso che possiamo scegliere indipendentemente dalle difficoltà che ognuno di noi può incontrare sul proprio cammino. nasce a Trieste nel 1954 da una famiglia di artigiani: il padre era calzolaio e la famiglia versava in condizioni economiche molto precarie. La sua infanzia è segnata da gravi problemi familiari (i genitori erano entrambi sordomuti) e sociali, seguiti in gioventù dalla piaga dell’alcolismo. Dopo varie esperienze e salite di vita, diventa operatore di strada, scrittore, autore teatrale e giornalista, e collabora con varie organizzazioni umanitarie che operano in favore delle categorie disagiate. A Trieste, lavora da anni insieme alla comunità di S. Martino al Campo di Don Mario Vatta. Tra le sue opere, Mandami a dire (2005, Premio Campiello, Premio Predazzo, Premio Anmil, Premio “Il campione”), Capriole in salita, Attenti alle rose. Il suo romanzo Caracreatura ha vinto il Premio Torre di Castruccio nel 2008. Nella città di Trieste ha dato recentemente vita alla , uno spazio innovativo dove proporre ai ragazzi delle scuole secondarie laboratori comunicativi, espressivi e aggregativi in cui la scrittura sia mezzo per dare voce alle proprie esigenze, incontrarsi, confrontarsi, conoscersi. <!– /* Style Definitions */ p.MsoNormal, li.MsoNormal, div.MsoNormal {mso-style-parent:””; margin:0in; margin-bottom:.0001pt; mso-pagination:widow-orphan; mso-layout-grid-align:none; punctuation-wrap:simple; text-autospace:none; font-size:10.0pt; font-family:”Times New Roman”; mso-fareast-font-family:”Times New Roman”; mso-fareast-language:IT;} @page Section1 {size:8.5in 11.0in; margin:70.85pt 56.7pt 56.7pt 56.7pt; mso-header-margin:.5in; mso-footer-margin:.5in; mso-paper-source:0;} div.Section1 {page:Section1;} –>

< ![endif]–>

Share
Tags: , , ,

Comments are closed.