Wednesday, 23 October 2019 - 01:44
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Il rifornimento al distributore lo incastra. Un uono deferito alle autorità per il furto di una borsetta

Mar 4th, 2010 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

Lo scorso lunedì 22 febbraio, personale del Posto di Polizia Ferroviaria di Calalzo, riceveva una denuncia da una signora alla quale, poco prima, nell’area del supermercato Lild di Calalzo, era stata rubata la borsetta contenente circa 90  euro, documenti vari, carta bancomat e tessera postepay. La donna, che peraltro non sapeva indicare con precisione le modalità del furto, prima di formalizzare la denuncia provvedeva a bloccare il bancomat e il postepay, rendendosi conto, in quella circostanza, che dal differenziale contabile e quello disponibile le erano stati prelevati 50 euro con il “postepay”.
Il personale del Posto Polfer, nei giorni successivi, a seguito di indagini, appurava che il prelievo di 50 euro era stato effettuato presso un “pos esercenti” di un distributore di carburante di quella zona; con gli estremi della transazione, si risaliva immediatamente e con certezza il pagamento del rifornimento effettuato in quella giornata da P.R., bellunese di anni 58. Il personale Polfer, oltre alle dichiarazioni del gestore, al fine di attestare le prove, acquisiva il relativo scontrino di pagamento attestante, il giorno, l’orario e il numero della tessera rubata. Altresì, venivano raccolte le immagini registrate dall’impianto di videosorveglianza del distributore ritraenti l’uomo e la vettura al momento del rifornimento.
P.R. è stato deferito alla locale A.G. per il reato di furto aggravato e per il conseguente indebito utilizzo della tessera postepay.

Share

Comments are closed.