Thursday, 14 November 2019 - 19:00
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

“Alla ricerca della vita extraterrestre” sabato 16 gennaio in Sala Bianchi a cura del Gruppo divulgazione scientifica Dolomiti:

Gen 14th, 2010 | By | Category: Arte, Cultura, Spettacoli, Pausa Caffè

Il 2010 è stato decretato dall’UNESCO anno mondiale della biodiversità e proprio su questa linea prende l’avvio il “ in Scienza 2010” che partirà sabato 16 gennaio alle ore 17:00, presso la sala Bianchi alla Cerva di . Il primo relatore ad esporre sarà il Prof. Gabriele Vanin, presidente della A.A.F. Rheticus di , con un tema legato alla biodiversità, ma non incentrato sulla nostra Terra, bensì nello spazio; con la relazione “Alla ricerca della vita extraterrestre”, si cercherà di capire qual è lo stato dell’arte sulla ricerca della vita nell’universo, toccando temi come l’evoluzione della nostra Galassia e la ricerca di pianeti extrasolari. A seguire ci sarà il Prof. Alberto Bertini che con la sua “Geologia e geomorfologia delle Dolomiti Agordine” illustrerà le particolarità geo-morfologiche dei monti dell’Agordino, con l’intento di illustrare al grande pubblico come antiche “scogliere” siano diventate patrimonio mondiale dell’umanità. Il secondo appuntamento è fissato per sabato 30 gennaio e vedrà la partecipazione del Dott. Fabiano Nart e del Dott. Alex Casanova. Il primo, con “Storia dell’atomo”, ci porterà attraverso un affascinante viaggio che, partendo dal concetto di indivisibilità di Democrito e ripercorrendo le tappe essenziali degli esperimenti che portarono alla scoperta delle tre particelle fondamentali e del concetto di atomo planetario, terminerà con il modello quantomeccanico. Il secondo parlerà del “Modello standard tra teoria ed esperimento” descrivendone il contenuto e soffermandosi sulle tappe più salienti del suo sviluppo storico, dimostrando come i dati sperimentali abbiano confermato a pieno il modello matematico. Sabato 13 febbraio, con la terza serata, si ritorna alla geologia; nel primo intervento, “Dolomiti di metallo: giacimenti minerari delle Dolomiti”, il Prof. Danilo Giordano illustrerà come le nostre  montagne non siano solo un bene paesaggistico, ma abbiano celato nelle proprie viscere importanti giacimenti minerari, fonte di sostentamento per le popolazioni locali, richiamo di gente da tutta Europa e vanto per la nostra Provincia. Legato a questo affascinante tema sarà l’intervento del Prof. Dino Preloran, “Storia della metallurgia del Rame e del Ferro: dal Fursil a Valle Imperina”; in questa seconda relazione verrà trattata l’evoluzione dell’arte mineraria, dalle tecniche di estrazione ai forni fusori. Nel penultimo appuntamento di sabato 27 febbraio si parlerà ancora di geologia e di biodiversità. Il Dott. Maurizio Alfieri con “Naturalisti e geognosti in Dolomiti tra ´700 e ´800” racconterà le avvincenti storie scientifiche, ma anche umane dei principali studiosi, a volte naturalisti, a volte geognosti e poi geologi, che hanno studiato i Monti Pallidi alla ricerca della loro genesi. Seguirà l’Ing. Paolo Alessandrini che ci parlerà di un concetto ignoto ai più, ovvero di “Darwin nel computer: algoritmi genetici e dintorni”; le rivoluzionarie idee di Darwin trovano spazio anche nei nostri moderni calcolatori, in particolare le leggi che governano l’evoluzione della specie possono diventare algoritmi per lo svolgimento di calcoli complessi. Questa quarta edizione del Dolomiti in Scienza terminerà sabato 13 marzo con gli interventi del Dott. Alberto Riva e del Dott. Manolo Piat. Il Dott. Riva ci parlerà de “Il tempo in geologia”, ovvero di come sia diverso e a volte inconcepibile il concetto del tempo geologico, misurato in milioni se non in miliardi di anni. Il Dott. Piat, con la sua relazione “Balene in Campedél: gli odontoceti del Bellunese”, illustrerà come la terra che oggi ospita la città di Belluno fosse un tempo invasa dal mare, in cui prosperavano gli antenati degli attuali delfini.

Share
Tags: , ,

Comments are closed.