13.9 C
Belluno
martedì, Giugno 2, 2020
Home Pausa Caffè Grande successo per il Tour itinerante di Birra Dolomiti che il 9...

Grande successo per il Tour itinerante di Birra Dolomiti che il 9 gennaio festeggia “in casa”

Si chiude oggi a Feltre il Winter Tour Dolomiti partito da Pampeago (TN), toccando tutte le più importanti località sciistiche dolomitiche, fra cui Cortina, il Nevegal, Alleghe, Falcade. Interesse da parte dei numerosi turisti provenienti da tutta Italia per le festività natalizie che oltre alle bellezze del territorio ne hanno apprezzato i suoi prodotti. Lo show, che inizia al mattino dalle piste innevate con le due Dolomitine in tenuta sciistica, si sposta poi nei locali “après-ski” adiacenti per chiudersi con l’evento serale. Il tutto sempre accompagnato dalla musica, omaggi e naturalmente dalla Birra Dolomiti, prodotta nel vicino stabilimento di Pedavena e simbolo di queste montagne, vista la provenienza delle sue materie prime.
A guidare “la carovana” Dolomiti, un pickup dotato di postazione dj che domani a partire dalle 15 animerà il Passo Croce D’Aune, per iniziare con l’ “après-ski” presso lo Chalet “Le buse”. Non poteva poi mancare una tappa alla Birreria Pedavena verso le 17.
Dalle 19 alle 22 invece la festa si sposta nel centro di Feltre, dove Via XXI Ottobre, chiusa al traffico, si trasformerà in un evento nell’evento che vede coinvolti diversi locali della città: Lucky Corner, Barcelleria, Cikketeria, Bar Impero, Caffè Roma.
La Birra Dolomiti
Il Gruppo Birra Castello Spa oltre ai tradizionali marchi Birra Castello e Pedavena ha lanciato sul mercato una nuova linea di prodotto fortemente legata al territorio e che proprio dai requisiti collegati alla territorialità trae le sue caratteristiche inconfondibili. La nuova Birra Dolomiti, oltre ad utilizzare l’acqua sorgiva delle Dolomiti, come tutte le birre Pedavena, è stata prodotta rispettando l’ambiente, con l’orzo coltivato nell’area circostante al Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi.
Una birra che nasce nel cuore delle Dolomiti in uno scenario di rara bellezza, circondato da una natura ancora incontaminata, eletto ufficialmente dall’Unesco, lo scorso 26 giugno, a bene naturale Patrimonio Universale dell’Umanità.
Disponibile nella classica bottiglia da 33 cl e in fusti da 20 e 30 litri, presente nelle versioni doppio malto 6.7°, dal gusto complesso e fruttato con note di mela, vaniglia e mandorla, e Pils 4.9°, dissetante ed equilibrata dal gusto pieno e armonioso.

Share
- Advertisment -

Popolari

990mila euro per la messa in sicurezza a Villaga. Bortoluzzi (Provincia) e Zatta (Comune di Feltre): «Si pone fine a un problema annoso»

Partirà nei prossimi giorni la messa in sicurezza dell'abitato di Villaga, in Comune di Feltre. Una vasta operazione gestita dalla Provincia di Belluno che...

Borgo Valbelluna. Le biblioteche, “Piazze del sapere” anche per i più giovani

In questi giorni il Comune di Borgo Valbelluna si sta attivando per formalizzare l’affidamento a terzi di alcune attività del servizio bibliotecario comunale per...

2 giugno Festa della Repubblica. Cerimonia in piazza dei Martiri per il 74mo anniversario

La drammatica situazione di emergenza sanitaria causata dall’epidemia del coronavirus impone che per quest’anno la cerimonia si svolga rispettando le misure di prevenzione per...

Nevegal, basta rimpalli! De Moliner: “Non vorremmo che la proposta Gidoni in Regione finisse come la Legge 25/14 sulla autonomia della Provincia di...

"Crediamo che sulla vicenda Nevegàl debba essere fatta chiarezza sulle intenzioni che hanno la Regione e il Comune di Belluno. Non è possibile, ed...
Share