Saturday, 24 February 2018 - 19:56

Concerto di fine anno a Sappada. L’iniziativa servirà ad aiutare gli orfani ucraini seguiti da padre Pavlo Vyshkovskyy

Dic 28th, 2009 | By | Category: Arte, Cultura, Spettacoli, Pausa Caffè

Mercoledì 30 dicembre alle 20.30 la chiesa parrocchiale di Sappada ospiterà il Concerto di fine anno. Protagonista sarà il Coretto Do Re Mi di Auronzo di , gruppo che conta una quarantina di elementi di età compresa tra i 5 e 15 anni e che è diretto dal maestro Claudio Vecellio Reane. Il Coretto Do Re Mi, che nella sua storia decennale vanta esibizioni in tutto il Nord Italia e anche in Austria, proporrà 13 esecuzioni: Adeste Fideles, Padre Nostro, Caro Gesù ti scrivo, Gloria a te – Jingle bells, Fratello sole sorella luna, Sia lodato, Sulla tua parola, Ninna nanna, Lettera a Gesù bambino, White Christmas, Una luce di speranza, Happy Christmas, Oh happy day. Il concerto di fine anno è proposto da alcuni volontari della Parrocchia di Sappada e si propone di raccogliere fondi a favore dell’orfanotrofio Stakhanov di Kiev (Ucraina), realtà che ospita 160 bambini e che è seguita da padre Pavlo Vyshkovskyy, giovane prete ucraino che ha trascorso parte della sua formazione sacerdotale proprio nella parrocchia di Sappada, comunità con la quale mantiene stretti contatti. «L’orfanotrofio ospita bambini e ragazzi, tra i 7 e i 18 anni, che per la maggior parte non hanno né il padre né la madre – spiega padre Pavlo – Gli altri hanno un genitore solo ma che non è in grado di mantenerli in quanto dipendente da alcool o droga». La situazione dei giovani orfani in Ucraina è drammatica. «Secondo i dati ufficiali – dice ancora padre Pavlo – oggi in Ucraina i bambini ospiti di orfanotrofio sono più di 100 mila. E più di 1 milione sono quelli fuori dagli orfanotrofi, cioè bambini vagabondi. La chiesa romano cattolica in Ucraina cerca, con l’azione negli orfanotrofi e con la gestione di alcune case-orfanotrofio e con la gestione di alcune mense, di aiutare questi bambini, assicurando loro almeno un pasto caldo».

Share
Tags:

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.