Saturday, 21 October 2017 - 16:09

254mila euro dalla Regione a 2 nuovi enti per i servizi della prima infanzia

Dic 24th, 2009 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina
Stefano Valdegamberi

Stefano Valdegamberi

E’ di 30 il numero aggiornato dei servizi educativi alla prima infanzia autorizzati dalla Regione del Veneto nella provincia di , che potranno accogliere 772 bambini tra zero e tre anni, pari al 14.9 per cento della popolazione interessata. Ne dà notizia l’assessore regionale alle Politiche sociali Stefano Valdegamberi, annunciando anche la deliberazione con la quale la Giunta regionale ha ripartito ieri complessivamente 4,2 milioni di euro in conto capitale a 55 enti tra pubblici e privati per la realizzazione di servizi alla prima infanzia per l’anno 2009, destinando in provincia di 254.690 euro per 2 servizi educativi. Il provvedimento è conseguente a quanto prevede la Legge Regionale. n. 32/90 che disciplina i servizi socio educativi per la prima infanzia assieme alla legge regionale 22/2002 in materia di accreditamento delle strutture sociali. “La deliberazione – spiega l’Assessore – conferma l’importanza che la Regione attribuisce alla diffusione e al buon funzionamento dei servizi a favore dei nostri bambini e delle loro famiglie. Questi contributi servono a realizzare nuove strutture o adeguare quelle già esistenti oppure ad acquistare di attrezzature e arredi, con l’obiettivo di favorire servizi di sempre maggiore qualità. Ricordo che si tratta di luoghi ricevono i nostri bambini per gran parte della giornata mentre i genitori sono al lavoro”.
L’assessore rende noti anche gli ultimi dati sulla rete di servizi alla prima infanzia nel Veneto. “Grazie a questo intervento regionale, che dal 2001 ad oggi è valso oltre 42 milioni di euro, in Veneto i posti autorizzati sono aumentati del 320% passando dagli 8.813 del 2001 agli attuali 28.019, con una copertura più alta nelle province di Padova, Rovigo, Verona, dato che pone la Regione Veneto tra i primi posti a livello nazionale e sempre più vicini agli standard europei fissati dal trattato di Lisbona”.
Dei 30 servizi bellunesi 7 sono asili nido, 11 nidi integrati, 2 centri per l’infanzia, 9 micronidi, 1 nido aziendale (al termine del comunicato la legenda).
Questo l’elenco delle strutture che hanno ricevuto il finanziamento regionale per il 2009 in provincia di Belluno: 
LONGARONE ASILO NIDO GIRASOLE (BORCA DI ) SOCIETA’ COOPERATIVA SOCIALE LE VALLI  €     239.511,85    
SANTA GIUSTINA BELLUNESE MICRONIDO L’ARCOBALENO BABY NIDO L’ARCOBALENO  €    15.178,79    
TOTALE € 254.690,64 
ASILO NIDO
E un servizio educativo per l’infanzia di interesse pubblico, organizzato per accogliere i bambini fino ai 3 anni d’età. L’organizzazione deve prevedere la permanenza del bambino con la possibilità di usufruire del pasto e del riposo. Accoglie da 30 a 60 bambini.

MICRONIDO
È un servizio educativo per l’infanzia di interesse pubblico,  organizzato per accogliere i bambini fino ai 3 anni d’età. L’organizzazione deve prevedere la permanenza del bambino con la possibilità di usufruire del pasto e del riposo. Purché siano strutturati spazi, distinti da quelli della restante utenza, nonché specificatamente organizzati per i lattanti, è possibile che il servizio accolga i bambini dai 3 mesi d’età. Accoglie da 12 a 32 bambini.

NIDO AZIENDALE
È un servizio educativo per l’infanzia di interesse pubblico, organizzato per accogliere i bambini fino ai 3 anni d’età. L’organizzazione deve prevedere la permanenza del bambino con la possibilità di usufruire del pasto e del riposo. La struttura è inserita nel quadro di una politica di tutela dei diritti dell’infanzia, di armonizzazione dei tempi di lavoro e di cura in risposta alle esigenze del nucleo familiare. Accoglie da 30 a 60 bambini.

NIDO INTEGRATO
E’ un servizio diurno strutturato in modo simile ad un asilo nido; è collocato nello stesso edificio della scuola materna e svolge attività socio educativa mediante collegamenti integrativi con le attività della scuola materna secondo un progetto concordato tra soggetti gestori.
Può essere aperto solo se la scuola materna esiste già ed è autorizzata e accreditata secondo le procedure previste dal Ministero della Pubblica Istruzione.
Accoglie da 12 a 32 bambini.

CENTRO INFANZIA*
È un servizio educativo per l’infanzia organizzato per accogliere i bambini fino ai 6 anni d’età. L’organizzazione deve prevedere la distinzione tra la fascia d’età area nido e la fascia d’età scuola d’infanzia. Purché siano strutturati spazi distinti da quelli della restante utenza, nonché specificatamente organizzati per i lattanti, è possibile che il servizio accolga i bambini dai 3 mesi d’età. Accoglie da 12 a 60 bambini.

Share
Tags: ,

One comment
Leave a comment »

  1. […] a vedere articolo:  254mila euro dalla Regione a 2 nuovi enti per i servizi della … Articoli correlati: » Regione, servizi prima infanzia: critiche dalla […]

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.