Thursday, 14 December 2017 - 06:27

La Cortina di Hemingway

Dic 18th, 2009 | By | Category: Arte, Cultura, Spettacoli, Pausa Caffè

Appuntamento sabato 19 dicembre alle 17.00 in Sala Cultura per la presentazione. A seguire taglio del nastro, inaugurazione ufficiale e piccolo rinfresco offerto da Famiglie dell’Amarone d’Arte e Lattebusche. Sarà Cortina la prima tappa della mostra che vuole rievocare i diversi passaggi – dal 1918 al 1954 – della presenza del famoso scrittore americano in Veneto. Dal 20 dicembre al 24 gennaio, al Municipio Vecchio, la Regina delle ricorderà quel mitico soggiorno ampezzano, tra il 1948 e il 1950.
Hemingway, Fernanda Pivano, la famiglia Kechler e Adriana Ivancich: sono solo alcuni dei grandi personaggi che tra il 1948 e il 1950 hanno intrecciato le loro vite a Cortina d’Ampezzo. Una mostra fotografica, dal 20 dicembre al 24 gennaio nei locali del Municipio Vecchio, ripercorre il loro soggiorno ampezzano. “Cortina d’Ampezzo 1948-1950. Il Veneto di Ernest Hemingway”, è questo il titolo del percorso espositivo che verrà presentato domani sabato 19 dicembre, alle ore 17.00, presso la Sala Cultura Don Pietro Alverà. A raccontare il progetto, in tutte le sue sfaccettature, saranno presenti: Gianni Moriani – Venice International University – “Hemingway 1948-50: anni di intense passioni tra Cortina e Venezia”; Rosella Mamoli Zorzi – Università Ca’ Foscari di Venezia – “Il Veneto nella narrativa di Hemingway”; e il massimo americanista
Sergio Perosa – Università Ca’ Foscari di Venezia – “Fernanda Pivano ed Hemingway”. Al termine della presentazione, alle ore 18.30, l’attenzione si sposterà presso le sale espositive del Municipio Vecchio per il taglio del nastro e l’inaugurazione ufficiale della mostra fotografica. A chiusura dell’evento, verrà offerto un piccolo rinfresco da Famiglie dell’Amarone d’Arte e Lattebusche.

Il 23 maggio del 1918 Ernest Hemingway parte da New York, arriva in Francia e dopo qualche giorno raggiunge il Veneto, conoscendo l’inferno della Grande Guerra. Ritorna in regione, per alcuni mesi, nel settembre del 1948, questa volta a Cortina. Durante il suo soggiorno ampezzano, risiede presso l’Hotel Concordia, è assiduo frequentatore del bar dell’Hotel Posta e invita Fernanda Pivano. Dopo qualche settimana trascorsa tra Venezia e Torcello, nella prima metà di dicembre ritorna a Cortina e nell’affittata Villa Aprile trascorre il Capodanno con Mary e Pivano. Un’intera sala della mostra sarà dedicata proprio alla Pivano, con l’esposizione di alcuni scatti ancora inediti, che la raffigurano alla partenza della Funivia Faloria.
È una vivida testimonianza del rapporto speciale intessuto dal romanziere con la conca ampezzana che, insieme a Venezia e Cuba, rappresenta uno dei luoghi mitici dell’immaginario hemingwayano. Nel 1950, infatti, Hemingway avrà modo di soggiornare nuovamente a Cortina presso l’Hotel de la Poste, dove lavorò alla stesura definitiva del nuovo romanzo “Di là dal fiume e tra gli alberi”, ambientato proprio nei luoghi veneti che lo scrittore americano aveva conosciuto. Un progetto ambizioso quello presentato dalla Venice International University e sostenuto dalla Regione Veneto, che prevede di toccare i principali luoghi veneti conosciuti da Hemingway, cominciando proprio da Cortina nel 2009. Il grande autore statunitense diventerà così il testimonial d’eccezione del territorio veneto con i suoi paesaggi, i suoi monumenti, i suoi prodotti della terra e le sue abitudini di vita.
Mostra a cura di Gianni Moriani, Rosella Mamoli Zorzi, Graziano Arici.
Il giorno di chiusura della mostra, il 24 gennaio, alle ore 18.00, l’Alexander Girardi Hall, ospiterà la speciale rappresentazione teatrale “Dormon tutti sulla collina”, un monologo ispirato alla vita di Fernanda Pivano, con la partecipazione di Maura Pettorruso e accompagnato dalle musiche di Fabrizio De Andrè.
La Mostra resterà aperta al Municipio Vecchio
dal 20 dicembre 2009 al 24 gennaio 2010.
Orari: fino al 10 gennaio 10.00/12.30 – 15.00/19.30; dall’11 gennaio 14.00/19.30.

Share
Tags: ,

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.