Saturday, 21 October 2017 - 08:41

Incontro a Palazzo Piloni tra Provincia e ACC

Dic 16th, 2009 | By | Category: Cronaca/Politica, Lavoro Economia Turismo, Prima Pagina
Stefano De Gan assessore provinciale

Stefano De Gan assessore provinciale

L’assessore provinciale alle Politiche del Lavoro, Stefano De Gan, ha incontrato oggi (mercoledì 16 dicembre) a Palazzo Piloni Rudolf Langerwisch e Marco Valerio Panci, rispettivamente direttore industriale dello stabilimento di Mel e direttore delle risorse umane del gruppo Acc, per approfondire le eventuali opportunità contenute nel nuovo bando relativo agli investimenti in innovazione della Regione Veneto. La settimana scorsa, lo stesso assessore aveva auspicato l’utilizzo di questi fondi da parte delle imprese bellunesi, con particolare riferimento proprio all’ACC. Secondo Stefano De Gan, si tratta di risorse da utilizzare come «supporto agli investimenti dell’azienda devono garantire il mantenimento dell’attività produttiva e dei livelli occupazionali». La Provincia di si era quindi resa disponibile a sostenere e supportare le aziende che intendono cogliere le possibilità offerte dalla Regione Veneto e dalla Comunità Europea. L’invito ad un approfondimento è stato accettato dai manager del gruppo che hanno concordato un incontro a Palazzo Piloni. Nel corso dell’incontro, Acc ha comunicato all’assessore Stefano De Gan di essere in procinto di aprire la procedura di mobilità per gli esuberi in Cassa Integrazione Straordinaria da diversi anni, sottolineando, a scanso di equivoci e inopportune strumentalizzazioni, che si tratta solo di un atto dovuto «a scopo cautelativo» resosi necessario in vista della scadenza della cassa integrazione straordinaria, fissata al 15 marzo prossimo. «L’apertura della procedura di mobilità – ha ribadito Marco Valerio Panci – è stata effettuata solo per precauzione, nella malaugurata ipotesi che non venisse accettata la domanda di cassa integrazione in deroga». «Con l’amministrazione provinciale – aggiunge il direttore delle risorse umane – abbiamo avviato un rapporto di collaborazione che speriamo possa essere proficuo». «Da parte nostra – commenta l’assessore Stefano De Gan – vogliamo mettere subito in campo la necessaria pressione politica, affinché venga concessa l’autorizzazione ufficiale alla cassa integrazione in deroga, entro la scadenza di quella attualmente in vigore, in modo da scongiurare quanto prima il pericolo della messa in mobilità dei lavoratori in esubero. Il nostro auspicio è che le parti possano raggiungere presto un accordo per un recupero della competitività dello stabilimento. Contestualmente, chiediamo all’azienda di procedere all’effettivo rilancio dello stabilimento bellunese, magari anche attraverso i fondi stanziati dalla Regione Veneto».

Share
Tags:

One comment
Leave a comment »

  1. Un anno fa A.C.C. viveva una delle tante fasi virulente..ed ora?nessuno ne parla ma i managers ed altri”inferiori”(come direbbe il Duca Conte Balabam dei film fantozziani)se ne vanno,eccetto quelli made in Austria..provincia fatti viva,tra qualche mese si ripeterà la situazione,bisogna aspettare sempre una crisi più profonda per intervenire?Si è capito il fine ultimo di questa multinazionale?

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.