Monday, 10 December 2018 - 08:30

Mattia Bacchilega medaglia d’oro nel Kumite individuale e la squadra del Veneto conquista la 41ma edizione della “Shotocan cup”

Dic 14th, 2009 | By | Category: Eventi, sport, tempo libero, Prima Pagina
Mattia Bacchilega in azione

Mattia Bacchilega in azione

Sabato 12 dicembre a Barletta si è disputata la mitica Shotokan cup, gara giunta ormai alla sua 41ma edizione. La gara di eccellenza del karate tradizionale Italiano, organizzata dall’ISI (Istituto Shotokan Italia) ente morale riconosciuto dallo Stato Italiano e dal C.O.N.I.. La partecipazione a questa competizione è riservata alle rappresentative dei comitati regionali e alle rappresentative delle nazioni affiliate alla W.S.I. (World Shotokan Institute). Erano oltre 300 gli atleti presenti sul tatami a dar vita alla kermesse di karate tradizionale del più alto livello livello internazionale. La gara è iniziata alle 14.00 con le eliminatorie del kata (forma) maschile e femminile e poi quella di kumite (combattimento) individuale e a squadre. Nonostante un viaggio massacrante della squadra Veneta partita in pulmino da Calalzo di alle 20.30 di venerdì sera e giunta a Barletta alle 6.00 di sabato, alle 14.00 i nostri atleti erano pronti ad iniziare:
Ecco il racconto della gara dalle parole del maestro Roberto Bacchilega padre e allenatore dei due campioni cadorini:
“Si parte con l’individuale, i partecipanti si sentono tutti più tranquilli e con qualche chance in più per il fatto che Marco Bacchilega reduce dalla recente vittoria individuale e a squadre al campionato europeo, combatte solo nella gara a squadre per un infortunio subito ad una mano e quindi non partecipa alla gara individuale. Ma non hanno fatto i conti con il fratello Mattia, solo un errore di controllo poteva arrestarlo, è fortissimo, nonostante uno stiramento al quadricipite di qualche giorno fa che ci ha fatto stare in ansia, non avevo dubbi, lo ha dimostrato anche al campionato Europeo dove ha preso parte con grande successo alla finale della gara a squadre. Ha usato la giusta strategia per vincere e non ha deluso le aspettative dimostrando a tutti l’altissimo livello tecnico di cui è dotato. Uno dopo l’altro ha superato velocemente tutti gli incontri con dei numeri da vero fuoriclasse piazzando degli “ippon” (colpo definitivo e quindi vittoria assoluta ndr) utilizzando dei deashi-barai (proiezione dell’avversario a terra) che non si erano mai visti in una gara di così alto livello. E così è stato fino in fondo, anche in semifinale con Stefano Di Bartolomeo (Milano) pluricampione europeo e mondiale, ha vinto per 2 a 0 e poi ha finito in bellezza contro Andrea Gasparetti (Milano) aggiudicandosi la medaglia d’oro vincendo l’incontro con un altro 2 a 0″.

“Alle 18.00 ha inizio la gara a squadre, il Veneto presenta i suoi talenti: quattro bellunesi tutti della scuola a.s.d. T.S.K.S. e un Trevisano:
1-Marco Bacchilega capitano (di Calalzo di Cadore)
2-Mattia Bacchilega (di Lorenzago di Cadore)
3-Riccardo Cvecich (di Belluno)
4-Matteo Pagan (di San Vito di Cadore)
5-Paolo Marcon (di Carbonera).
Il primi incontri si concludono velocemente, si entra agli ottavi di finale, contro la Toscana si conclude con una vittoria per 3 a 2 poi in semifinale è la volta del Lazio, la squadra Veneta ottiene un ottimo 4 a 0 e quindi ancora una volta a faccia a faccia contro la Lombardia. I ragazzi non demordono, si ripete ancora una volta lo stesso copione, anche l’anno scorso, il Veneto ha vinto per 3 a 2 con un risultato sul filo del rasoio che ha destato anche qualche protesta lombarda. L’impegno ora deve essere assoluto, il capitano raccoglie la squadra, quattro parole giuste e via si inizia. Non c’è storia i Veneti sono scatenati, l’incontro si conclude con un indiscutibile 4 a 1, la coppa Shotokan è ancora Veneta. I complimenti sono arrivati da tutti a partire dai maestri Shirai e Naito (rispettivamente il maestro per eccellenza del karate shotokan in Italia e il direttore tecnico della nazionale italiana di kumite) presenti alla manifestazione e la notizia è rimbalzata in diversi stati e da lì a poco sono giunti moltissimi complimenti al M° Roberto Bacchilega da varie parti d’Europa. Sono davvero orgoglioso dei ragazzi, dice il Maestro, hanno dimostrato ancora una volta oltre ad una grande preparazione di essere compatti e sicuri di un spirito che va ben al di là della semplice tecnica.”
“Alle 21.00 gli atleti sono ripartiti e sono rientrati a casa alle 6.00 del mattino, ora non rimane che gustare il sapore della vittoria, la vita non cambia, per noi del karate, tutto rimane immutato e forse anche questa è una fortuna. L’attività agonistica del T.S.K.S. invece per il 2009 si concluderà con la finale del campionato provinciale giovanile che si terrà presso il palazzetto dello sport di Longarone sabato 19 alle ore 20.30 che vedrà oltre alla partecipazione di oltre 80 finalisti, tutte giovani promesse del karate bellunese anche alcune dimostrazioni della scuola di karate tradizionale.”

Share
Tags: ,

One comment
Leave a comment »

  1. Grande Mattia e grandissimi tutti, Marco Matteo e Riccardo del TSKS!