Tuesday, 23 October 2018 - 21:17

I funerali di don Claudio Sacco lunedì in cattedrale a Belluno

Dic 6th, 2009 | By | Category: Cronaca/Politica

Si trova in questo momento nella cella mortuaria adiacente alla chiesa parrocchiale di Pieve di Livinallongo la salma di don Claudio Sacco. Questo pomeriggio, attorno alla salma il Vescovo di -, monsignor Giuseppe Andrich, si è raccolto in preghiera con il Vicario generale e altri sacerdoti.  Il Vescovo ha quindi raggiunto la chiesa parrocchiale di Mas dove ha passato il resto del pomeriggio assieme ai fedeli della comunità di Mas-Peron, di cui don Claudio Sacco era parroco.  Domani mattina la salma sarà portata nella chiesa parrocchiale di Mas-Peron dove alle ore 18 la comunità parrocchiale di don Claudio si riunirà per la prima Santa Messa esequiale, che sarà presieduta dal fratello di don Claudio, don Sergio Sacco.
Lunedì 7 dicembre il Vescovo di Belluno-Feltre, monsignor Giuseppe Andrich, presiederà i funerali nella Basilica Cattedrale di Belluno alle ore 10.30.    Successivamente don Claudio Sacco raggiungerà in Comelico il paese natale di Dosoledo dove, alle ore 15, sarà celebrata la Santa Messa nella chiesa parrocchiale; don Claudio Sacco sarà sepolto nel cimitero di Dosoledo.

Share
Tags: ,

3 comments
Leave a comment »

  1. Ciao don Claudio.

    Con grande tristezza, provo a scrivere qualche parola dal Mozambico, da quell’Africa che ha costituito parte della vita, delle passioni e degli sforzi sempre straordinari di don Claudio per il bene altrui. Dico “provo”, perché lo sgomento per la notizia della sua scomparsa mi lascia ammutolito e sbigottito. Ho avuto la fortuna di essere spesso tra i compagni di gita di don Claudio, ormai alcuni decenni orsono, a scarpinare su per i monti dell’Ampezzano (meno spesso con gli sci, non era facile stare al suo livello….). Non posso certo dimenticare come, esattamente trent’anni fa, nel Maggio 1979, in una frazione di secondo don Claudio decise di rischiare la sua vita per salvare la mia, fermando un mio volo giù per un canale innevato dell’Antelao. Andò bene. Ma lui sapeva, in quell’istante decisivo, che quel suo balzo era un azzardo e che era più facile andasse male per tutti e due, e non esitò.

    Non vedevo don Claudio dai primi anni ottanta, ma lo sentivo sempre vicino, anche per la sua scelta di partire missionario per l’Africa, continente dove vivo dal 1986, e che mi ha dato moglie e figli. Non ho avuto l’opportunità di condividere direttamente con lui esperienze africane, ma non ho dubbi che la sua fede, la sua generosità, il suo altruismo e la sua personalità eccezionale abbiano segnato profondamente la vita di molti, nei villaggi della Costa d’Avorio dove ha prestato la sua opera missionaria, certamente portando allegria, speranza e conforto a chi ne avesse bisogno.

    Se ne è andato un uomo straordinario, del quale ho avuto la fortuna di essere amico. Vorrei augurargli di riposare nella pace del Signore; ma don Claudio riposava di rado. Preferisco perciò pensarlo sempre su e giù per monti ancor più splendidi e meravigliosi di quelli delle terrene Dolomiti, o a cantare coi suoi parrocchiani bellunesi e africani, sempre irradiando allegria, serenità e amore per il prossimo. Ciao don Claudio, andremo ancora in montagna insieme.

    Mario Samaja
    Maputo, MOZAMBICO
    mario_samaja@yahoo.com

  2. Paix à ton âme Padre. Je me souviens encore de ta guitare quand j’étais gosse, de ta Renault 4. Nous étions des enfants de choeur. Tu aimais rouler vite, comme un rallyman. Comme toi, je fais de la guitare…Car tu m’a donné le goût de la musique…Merci pour tous ces jeunes que tu as encadré…Nous te serons toujours reconnaissant. Tu nous manqueras…
    De la part de tous les jeunes de la Mission Catholique de Sakassou

    Raymond Lebel N’GORAN
    00226 7812724

  3. Tu nous manqueras Padre. Tous les jeunes de Sakassou (la mission catholique)….

    Lebel N’GORAN